Verona-Lazio 4-1 | Telecronaca di De Angelis, radiocronaca Rai | Video

La sonora sconfitta dei biancocelesti commentata in diretta

La Lazio crolla a Verona nell'ultima partita del 2013. Paradossi: i biancocelesti chiudono l'anno solare con una media punti piuttosto bassa tra il campionato 2012/2013 e quello in corso, ma il 2013 sarà ricordato anche come l'anno della finale di Coppa Italia vinta contro la Roma. Il presente per la formazione di Petkovic, tuttavia, non fa dormire sonni tranquilli ai tifosi laziali: la classifica dice ottavo posto in coabitazione con Parma, Genoa, Udinese e Cagliari, a undici punti dal quinto posto e a +6 sulla zona retrocessione. Dopo l'1-4 Lotito e Tare hanno discusso a lungo sul futuro di Vladimir Petkovic.

CLICCA QUI PER LA TELECRONACA DI GUIDO DE ANGELIS

Il tecnico bosniaco ha le ore contata e in pole position per la successione ci sarebbe Edy Reja, in seconda battuta c’è Murat Yakin, attuale tecnico del Basilea, con il quale ci sarebbe già un accordo per approdare alla Lazio per giugno. Mimmo Di Carlo e le soluzioni interne che porterebbero a Bollini o Inzaghi, le altre alternativa. Petkovic non pensa all'esonero, queste le sue parole dopo il match del Bentegodi:

"Ho un contratto fino al 2014, altre situazioni non riesco ad immaginarle. Sembra assurdo dirlo alla luce del 4-1 finale, ma abbiamo dominato. Ci sono state tante occasioni per noi e il risultato non rispecchia l’andamento della gara. Ogni allenatore sa che non può stare tranquillo, questa volta tocca a me ma si vedrà cosa riserverà il futuro. In questa parte di stagione abbiamo creato tanto e ottenuto poco, sia davanti sia dietro facciamo qualche errore di troppo e questo ci fa perdere un po' di fiducia".

Ai microfoni di Sky Sport è intervenuto il tecnico dell'Hellas Verona Andrea Mandorlini dopo la larga vittoria sulla Lazio:

"Abbiamo una classifica incredibile, abbiamo avuto tantissime palle gol e credo che dal punto di vista del gioco non ci sia stata partita. Siamo stati bravi ad approfittare anche degli errori della Lazio. Toni ha detto che ci divertiamo? E' vero, lui è il primo, la squadra fa molto per metterlo in condizione di segnare. La squadra ha lo spirito giusto e sa anche soffrire. Europa nel 2014? No, dobbiamo stare molto tranquilli e sereni, il nostro obiettivo è arrivare prima di tutti, prima possibile alla salvezza. Dopo la sosta avremo gare molto difficili, a Catania abbiamo sofferto. La Serie A è questa, bisogna restare concentrati. Mercato? Penso che il più grande sforzo sia riuscire a tenere tutti, si sentono tante cose ma per noi ora contava chiudere bene. Oggi in campo c'erano tantissimi giocatori che venivano dalla Serie B, abbiamo puntato sul gruppo e sulla continuità, solo il campo poteva darci ragione. Il mio rinnovo? Non c'è mai stato nessun problema e non ce ne sarà. Stasera mi tocca tifare Milan, almeno restiamo quinti davanti all'Inter".

Verona-Lazio 4-1 | Le foto della partita

  • shares
  • Mail