Petkovic nuovo CT della Svizzera ma non vuole andar via dalla Lazio

Vladimir Petkovic sarà il CT della Svizzera a partire dal luglio del 2014: la notizia che era nell’aria già da settimane, è divenuta ufficiale nella giornata di oggi. “Sono molto orgoglioso della fiducia che la federcalcio svizzera ha in me”, ha detto l’attuale allenatore della Lazio, la cui posizione sulla panchina biancoceleste rimane traballante. Regna massima incertezza nella capitale, dunque, dove sembrava che Claudio Lotito avesse deciso l’esonero dell’allenatore già nella notte, di rientro dalla trasferta di Verona. In realtà, ancora nessuno ha sollevato Petkovic dall’incarico nonostante sia giunta la conferma che i prossimi sei mesi saranno gli ultimi alla Lazio, con tutto ciò che ne consegue a livello di credibilità del tecnico nello spogliatoio.

Il diretto interessato, almeno stando a quanto dichiarato proprio nel pomeriggio di oggi, non ha alcuna intenzione di rassegnare le dimissioni e promette il massimo impegno già dalla prossima partita, la prima del nuovo anno, contro l’Inter:

''Non permetto a nessuno di dubitare neanche per un secondo che io possa trascurare solo minimamente la Lazio, distratto dal mio futuro impegno'', ha puntualizzato il tecnico.

Dal punto di vista contrattuale il discorso non fa una grinza, visto che il suo mandato alla Lazio terminerà solo a giugno e il nuovo ‘lavoro’ lo vedrà occupato solo dopo i Mondiali di Brasile 2014. Resta, come dicevamo, l’aspetto umano e strettamente tecnico del caso: i giocatori sanno ormai da tempo che Petkovic andrà via e ultimamente non sembrano seguirlo tantissimo. In queste ore era previsto proprio un faccia a faccia tra Lotito e il tecnico per decidere il da farsi:

"Serve una scossa, non possiamo andare avanti così. Sto valutando in questi giorni cosa fare, incontrerò sicuramente l'allenatore", ha detto il patron biancoceleste.

Voci circolate in giornata parlano di una possibile risoluzione consensuale proposta dalla società ma rifiutata dall’allenatore, che con la Svizzera ha firmato un contratto annuale con opzione per un secondo anno se otterrà la qualificazione agli Europei del 2016. Intanto, continuano a circolare nuovi nomi per la sostituzione di Petkovic sulla panchina della Lazio: oltre a Reja e Trapattoni, si è fatta avanti nelle ultime ore anche la soluzione interna con la promozione di Simone Inzaghi, attuale allenatore del settore giovanile.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: