Milan | Il club smentisce l'imminente cessione di Balotelli

La precisazione di via Turati

Tutto è partito da una frase di Silvio Berlusconi riferita ad alcuni uomini del suo entourage politico, gli stessi ai quali è stato affidato il compito di creare un nuovo volto per Forza Italia: "Vendo Mario, basta, ho scelto - avrebbe affermato l'ex senatore - Mario Balotelli deve lasciare subito il Milan. È ufficialmente sul mercato". Una decisione, secondo 'Il Secolo XIX' , presa in accordo con la figlia Barbara e solo in seconda battuta comunicata all'altro amministratore delegato Adriano Galliani. Il numero uno rossonero non ha mai nascosto la sua personale antipatia per SuperMario a tal punto che prima dell'acquisto lo definì una mela marcia.

Salvo poi accoglierlo tra le sue braccia e fare dietrofront. Piazzare Mario Balotelli altrove non è facilissimo, a maggior ragione nel mese di gennaio. Il Milan vuole almeno 25 milioni, cifra pagata dai rossoneri al Manchester City solo un anno fa, ma anche lo stesso prezzo che il club inglese aveva sborsato per rilevare il giocatore dall’Inter. Il club di via Turati, nel frattempo, attraverso un comunicato sul proprio sito, "smentisce assolutamente e con forza le dichiarazioni che sarebbero state attribuite al Presidente del Milan circa una impensabile collocazione di Mario Balotelli sul mercato. Mario Balotelli è e resta un giocatore del Milan".

L'attaccante della Nazionale Italiana resta, per ora, al Milan. Se ne riparlerà a giugno, quando anche l'imprevedibile procuratore Mino Raiola avrà più spazio e tempo per scegliere la destinazione migliore. Nel frattempo il Milan si aspetta altri gol da Balotelli per salvare una nave che naviga in agitate acque di classifica.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: