Inter: dalla cessione di Guarin i soldi per Criscito e Grenier

L’Inter è sempre più vicina alla cessione di Fredy Guarin. Ne è convinto Paolo Bargiggia, giornalista sportivo Mediaset che ormai da tanti anni si occupa di mercato e in particolar modo dei movimenti dell’Inter. Il ds nerazzurro Piero Ausilio, è volato qualche giorno fa in Inghilterra per assistere al big match Chelsea - Liverpool e trascorrere qualche giorno di vacanza con la famiglia. Secondo le ultime indiscrezioni, a margine della gara vinta dai ‘Blues’ di Josè Mourinho, il dirigente dell’Inter avrebbe trovato l’intesa di massima sulla parola per la cessione del colombiano Guarin in cambio di 15 milioni di euro. Nei prossimi giorni, stando così le cose, l’ex Porto dovrebbe prolungare con il club nerazzurro e poi trasferirsi a Londra.

Contrariamente a quanto trapelato nei giorni scorsi, però, non ci sarà alcuno scambio con il fantasista spagnolo Juan Mata, con valutazione identica a quella di Guarin e attualmente ai margini del progetto tecnico di Josè Mourinho. L’Inter ha bisogno di soldi freschi da investire sul mercato, quindi incasserà i 15 milioni dal Chelse e si tufferà sulle prossime mosse in entrata. Per sostituire Guarin, viste le difficoltà ad arrivare a Radja Nainggolan, si pensa al giovane francese del Lione, Clement Grenier: il giocatore è stato visionato da Ausilio in diverse occasioni e lo porterebbe di corsa a Milano, ma c’è da convincere il club d’oltralpe a lasciarlo partire a campionato in corso.

In difesa, invece, il colpo potrebbe essere Mimmo Criscito, eclettico calciatore in grado di ricoprire sia il ruolo di esterno sinistro, sia di centrale. Cresciuto nella Juventus, Criscito si è trasferito da un paio di stagioni allo Zenit San Pietroburgo, a cui ora l’Inter chiede il prestito con diritto di riscatto eventualmente da definire. Il giocatore tornerebbe ben volentieri in Italia, anche perché spera di riconquistare la nazionale di Cesare Prandelli in vista dei Mondiali di Brasile 2014. Rimane comunque da limare anche l’ingaggio, visto che il tetto salariale imposto da Thohir è di 2,5 milioni di euro, mentre Criscito ne guadagna 3 in Russia.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail