E' morto Alfredo Provenzali - "Tutto il Calcio Minuto per Minuto" perde una pietra miliare

Se ne va un pezzo di storia del giornalismo sportivo italiano, la voce storica di "Tutto il Calcio Minuto per Minuto". Alfredo Provenzali è morto nella notte a Genova all'età di 78 anni. La conduttrice del Gr1, Carlotta Tedeschi ha annunciato singhiozzando, durante l'edizione delle 8, la morte di Provenzali. Era nato proprio il 13 luglio del 1934 nel capoluogo ligure nel quartiere di Sampierdarena e lascia moglie Marisa e la figlia Paola, giornalista come lui. E'stato uno dei simboli di un calcio che non c'è più, raccontato attraverso le radiocronache a centinaia di migliaia di italiani incollati alle radioline ogni domenica, all'epoca l'unico mezzo di comunicazione disponibile per conoscere i risultati in tempo reale perché la televisione non trasmetteva le gare in diretta.

Dal 1966 è stato radiocronista nella trasmissione "Tutto il calcio minuto per minuto", fino al 1992 inviato su molti campi e poi conduttore al posto di Massimo De Luca. Il suo debutto era avvenuto al Marassi di Genova dove conobbe Nicolò Carosio, inviato per la televisione a commentare la stessa partita. Oltre al calcio, era appassionato di nuoto, pallanuoto e ciclismo. Tra gli eventi da lui coperti, raccontava, i preferiti erano le gare di nuoto delle Olimpiadi di Monaco 1972, con le prime medaglie del nuoto femminile vinte da Novella Calligaris, il record del mondo proprio della padovana, nel settembre 1973 a Belgrado, e il record dell'ora di Francesco Moser dieci anni dopo a città del Messico. Nel settembre del 2006 aveva festeggiato i quarant'anni di attività come radiocronista.

I funerali del cronista si terranno sabato alle 11.45 nella chiesa della Consolazione di via XX Settembre di Genova. Provenzali è venuto a mancare all'ospedale San Martino, dov'era stato trasferito dalla clinica Montallegro in cui era ricoverato per una malattia. A celebrare padre Mario Galli, per 30 anni consigliere spirituale della Sampdoria, dui cui Provenzali era tifoso.

"Le radiocronache di Alfredo Provenzali hanno raccontato il calcio degli ultimi cinquant'anni agli italiani e senza la sua voce ci sentiremo tutti un po' più soli". Così il direttore di Radio Uno e Gr Rai, Antonio Preziosi, ricorda Alfredo Provenzali, giornalista e radiocronista sportivo, scomparso oggi a Genova. Inconfondibile alle orecchie degli italiani la sigla di "Tutto il Calcio Minuto per Minuto", delle note che precedevano le voci dei vari Ciotti, Ameri e dello stesso Provenzali.

'Con Alfredo Provenzali scompare un grande cronista, radiocronista per eccellenza, un giornalista familiare per milioni di italiani, un uomo impegnato per la qualita' e i diritti per il lavoro dei colleghi, soprattutto dei piu' giovani, anche attraverso la dedizione alla vita associativa e sindacale, con l'Unci e con la Fnsi''. Lo affermano, in una nota congiunta, il segretario generale e il presidente della Federazione Nazionale della Stampa Italiana, Franco Siddi e Roberto Natale, esprimendo il cordoglio della Fnsi per la scomparsa di Alfredo Provenzali.

  • shares
  • Mail