Il più bello? Il cucchiaio all’Inter

Nella partita di domenica contro il Cagliari, Francesco Totti ha segnato una doppietta, inutile ai fini del risultato che ha visto la Roma perdere 3 a 2, ma che è stata invece importantissima per il “pupone” che ha così raggiunto quota 200 gol in carriera. Un’impresa non da tutti quella del[…]

di


Nella partita di domenica contro il Cagliari, Francesco Totti ha segnato una doppietta, inutile ai fini del risultato che ha visto la Roma perdere 3 a 2, ma che è stata invece importantissima per il “pupone” che ha così raggiunto quota 200 gol in carriera.
Un’impresa non da tutti quella del capitano giallorosso, che si è portato così anche a 24 gol in campionato ipotecando il titolo di capocannoniere e la scarpa d’oro.

Questo traguardo ha permesso a Totti anche di togliersi qualche sassolino dalla scarpa: “Quando arrivi a una certa cifra di gol durante la carriera penso che parlino i numeri, e questa è una cosa che gratifica non solo il giocatore ma anche la persona, perciò per le cattiverie e le dicerie che esternano a me stesso, faccio parlare il campo“.
Ma qual è per Francesco il gol più bello tra questi 200? Il sinistro al volo contro la Sampdoria? Il sinistro infilato sotto gli incroci nella Champions di quest’anno?
Il gol più bello è difficile sceglierlo, non voglio essere presuntuoso, però scelgo quello di Milano, Inter-Roma, il cucchiaio. Quando ci riesci sei contento, perché hai realizzato una cosa a cui hai pensato un attimo prima, a cui altri non hanno pensato, perciò è come se tu fossi un po’ più intelligente degli altri, più furbo“.

I Video di Calcioblog