Il Chelsea è a Milano per Sheva e Crespo

Il capo esecutivo del Chelsea, Peter Kenyon, sarà oggi a Milano. Giornata intensa la sua, dal momento che farà visita sia ai Campioni d’Italia che, probabilmente subito dopo, ai Campioni d’Europa. Due i temi di discussione principali: in via Durini dovrebbe definirsi l’affare Crespo che, con ogni probabilità resterà in nerazzurro. L’Inter non è disposta

di



Il capo esecutivo del Chelsea, Peter Kenyon, sarà oggi a Milano. Giornata intensa la sua, dal momento che farà visita sia ai Campioni d’Italia che, probabilmente subito dopo, ai Campioni d’Europa.
Due i temi di discussione principali: in via Durini dovrebbe definirsi l’affare Crespo che, con ogni probabilità resterà in nerazzurro. L’Inter non è disposta a ripetere l’errore dei cugini di due anni fa.
L’argentino, dispostissimo a rescindere il contratto con i Blues, rinuncerà così ai quasi 5 milioni di euro garantiti dal contratto con il Chelsea sino al 2008, mentre a Milano ne percepirà poco più di 2 milioni. Un bel segnale di attaccamento che non passerà inosservato ai tifosi della Beneamata.

Il secondo appuntamento servirà per sciogliere un nodo ben più intricato: il possibile ritorno di Shevchenko in maglia rossonera.
Silvio Berlusconi ha più volte dichiarato che per l’ucraino non sono aperte, sono spalancate e lo stesso Galliani ha confermato che c’è la volontà della dirigenza di riportare lo Zar a Milanello, ma solo a certe cifre che, per il momento sono ben lontane.
Il numero 7 tornerebbe a piedi nella sua ex squadra e anche la moglie sembra avere rotto gli indugi.
Ma, costo dell’operazione a parte, ci sono altre questioni da prendere in considerazione: lo spogliatotio infatti, è diviso in merito al rientro del bomber, preferendogli in molti, il più giovane Eto’o, così come la tifoseria. C’è chi lo accoglierebbe come il figlio prodigo ma c’è chi lo considera un traditore, come un non trascurabile 25% dei lettori di Calcioblog.
E poi i ritorni, raramente funzionano, anche se Crespo all’Inter è stato un ottimo rientro e un tridente Kakà-Shevchenko-Ronaldo non sembra poi così male.
C’è anche una voce che vedrebbe Massimo Moratti interessato a Sheva, anche se sembrerebbe più una boutade per infastidire i rossoneri, dopo l’affare Ronaldo.
Però nel calcio non si può mai dire e il Chelsea andrà prima nella sede dell’Inter…

I Video di Calcioblog