Campionato 2005/2006: al Tardini c’è Parma-Roma

Riparte il campionato con l’anticipo serale tra Parma e Roma. I crociati, caricati dalla vittoria di Empoli, affrontano gli uomini di Spalletti, fisicamente non al top dopo l’incontro/scontro di coppa (mai sconfitta fu più dolce!). Parma è una città, una squadra che, stagione passata a parte, ha sempre portato bene ai capitolini. Esattamente cinque anni

Riparte il campionato con l’anticipo serale tra Parma e Roma. I crociati, caricati dalla vittoria di Empoli, affrontano gli uomini di Spalletti, fisicamente non al top dopo l’incontro/scontro di coppa (mai sconfitta fu più dolce!).

Parma è una città, una squadra che, stagione passata a parte, ha sempre portato bene ai capitolini. Esattamente cinque anni fa, Totti, Bastistuta e soci, rimontarono lo svantaggio di un goal, per poi vincere partita e campionato all’ultima giornata, sempre contro i parmigiani (17 giugno 2001 … 2 milioni di romani senza voce!!!).

Ora che quasi tutti i tasselli del suo mosaico sono al posto giusto, il tecnico di Certaldo “gongola” senza troppi timori, sorretto da una tifoseria, una squadra, una società che stravedono per lui:

“Io non sono certo un fenomeno” – dice il tecnico – “se le cose ora vanno bene il merito è di tutti, a partire dai giocatori. Io ho cercato soprattutto di lavorare sulla solidità di squadra, con l’aiuto del mio staff”.


La befana sembra aver portato alla Roma una calza carica di balocchi:

“Per costruire una squadra competitiva servono tre elementi base: corsa, resistenza ed equilibrio tattico. Con la sola qualità non si va lontano, e forse qui a Roma si dava troppo peso a questo concetto. La scelta del 4-2-3-1 è stata fatta valutando le caratteristiche dei giocatori. Certo abbiamo avuto parecchie difficoltà all’inizio, ma la piazza mi ha sopportato e supportato, ed ora possiamo pensare di provare a toglierci qualche soddisfazione”.

Su Cassano e gli “anonimi dissidenti”:

“All’inizio c’era evidentemente un po’ di confusione, in parecchi volevano andarsene, ed anche la presenza di Cassano che parlava solo di cambiare aria risultava ovviamente destabilizzante. Poi con i risultati è arrivata anche maggiore serenità, ed oggi qui stanno tutti piuttosto bene. Anzi, mi risulta che ora molti giocatori vogliano venire alla Roma”.

Novità su Montella e Kuffour:

“Vincenzo sta migliorando a vista d’occhio ed è tornato ad allenarsi con il gruppo. Per rivederlo in campo è ancora troppo presto. Kuffour ha chiesto qualche giorno di permesso per sistemare delle questioni personali nel Ghana, dopodichè tornerà a Roma”.

Su Totti e l’incontro di domani:

“Spero che possa scendere in campo. E’ stato costretto ad allenarsi in condizioni non ottimali. Ha subito tanti, troppi falli mercoledì sera” – e sugli undici da schierare – ” La formazione la darò domani. Non considero Curci una riserva, sta giocando partite importanti sia in coppa Italia che in coppa uefa. Il Parma è un’ottima squadra formata da giocatori giovani dal grande futuro.”

Il match sarà diretto da Trefoloni di Siena, classe 1971.

La Fiorentina non è più così lontana…

I Video di Blogo

Cristiano Ronaldo live su Instagram: “Quel signore dall’Italia che dice bugie…”