Platini si che saprebbe gestire Totti

“È Roberto Donadoni che deve decidere ma io, da commissario tecnico, Totti lo avrei convocato e gli avrei detto ‘vieni e stai zitto’“. Ha le idee chiare Michel Platini su come andrebbe gestito il caso Totti. La linea che adotterebbe Platini è un po’ come il trattamento riservato in genere ai bambini ribelli. “Totti ora



“È Roberto Donadoni che deve decidere ma io, da commissario tecnico, Totti lo avrei convocato e gli avrei detto ‘vieni e stai zitto’“. Ha le idee chiare Michel Platini su come andrebbe gestito il caso Totti.
La linea che adotterebbe Platini è un po’ come il trattamento riservato in genere ai bambini ribelli.

Totti ora ha 30 anni e forse non può giocare tutte le partite.
È il vostro c.t. che deve decidere ma in Francia se uno è convocato e non risponde alla convocazione viene squalificato
“.


Ovviamente l’esternazione del presidente dell’Uefa non è piaciuta ai vertici azzurri, forse più per la provenienza della critica che non per la sostanza.
Giancarlo Abete, presidente della Figc, ad esempio ha replicato:
“Evidentemente Platini si candida a fare il c.t. della nazionale italiana, ma noi il commissario tecnico lo abbiamo già, è Donadoni e sulla convocazione di Totti decide lui. Il principio generale affermato da Platini, cioè la tutela delle rappresentative nazionali, è condivisibile. Poi però ci sono le fattispecie concrete, e ogni federazione nel suo ambito sa come affrontarle. D’altra parte ce la caviamo bene visto il nostro palmares”
Simile la reazione di Donadoni, che ha ricordato a Platini che dovrebbe avere altro a cui pensare:
“Platini che si candida al ruolo di c.t.? Credo sia incompatibile con quello che già ricopre…”.
Ma si sa, Platini non si fa scappare occasione per farci la morale.

I Video di Calcioblog