Stasera Lituania-Italia: occhio alle figuracce

Nella partita di andata, l’Italia dell’allora neo-CT Roberto Donadoni, ospitava la modesta formazione Lituana nel caldissimo catino di Napoli, lo stadio S. Paolo. Si era a soli quattro giorni dal remake della finale mondiale, che ci avrebbe visto perdere pesantemente contro la Francia (3-1) e tutto[…]


Nella partita di andata, l’Italia dell’allora neo-CT Roberto Donadoni, ospitava la modesta formazione Lituana nel caldissimo catino di Napoli, lo stadio S. Paolo. Si era a soli quattro giorni dal remake della finale mondiale, che ci avrebbe visto perdere pesantemente contro la Francia (3-1) e tutto sommato si viveva ancora sull’onda del successo mondiale. Era il 2 settembre e tutti erano convinti che, passata la sbornia, la Lituania sarebbe stata poco più che uno sparring-partner.
Tant’è vero che si colse l’occasione di mostrare al pubblico napoletano presente allo stadio e agli telespettatori, la dorata Coppa del Mondo.
Quel giro di campo fu probabilmente l’unico momento da ricordare di un incontro da dimenticare.
Finì 1-1 con gli Azzurri costretti a rincorrere (e fu ancora una volta Inzaghi il salvatore della patria).
E quel pareggio pesa ancora oggi, perchè se i Campioni del Mondo non sono in testa al girone, a pari merito con i cugini transalpini, lo si deve proprio a quella partita.
Speriamo che stasera sia un’altra musica, anche se ci sono i presupposti per una brutta figura.