Calciomercato Milan: Balotelli al Tottenham per Lamela, cosa c'è di vero

Erik Lamela

sarà uno dei pezzi pregiati del prossimo mercato estivo. L’argentino del Tottenham, che ha già avuto un’esperienza italiana con la Roma, non è affatto contento della piega che ha preso la propria esperienza in Premier League. Già a gennaio sono circolate indiscrezioni su un suo possibile addio al club londinese: a corteggiarlo c’era l’Inter, ma soprattutto la Juventus. I bianconeri hanno lavorato per settimane ad uno scambio con Mirko Vucinic, ma a quanto pare il montenegrino non voleva lasciare l’Italia e preferiva trasferirsi all’Inter, ma poi sappiamo tutti com’è andata, con lo scambio Guarin prima fatto e poi annullato da Erick Thohir.

Un arrivederci a giugno, quello dei campioni d’Italia nei confronti di Lamela, anche se nel giro di poche settimane lo scenario è cambiato e l’ex romanista è finito anche nel mirino del Milan. A dire il vero, però, l’input è partito dal Tottenham e dal suo dirigente tuttofare Franco Baldini: come riportano oggi le principali testate sportive nostrane, il club londinese avrebbe recapitato ai rossoneri, per mezzo di Mino Raiola, agente di Mario Balotelli, una proposta abbastanza clamorosa: “dateci Supermario, noi vi diamo Lamela”. Il “messo” Raiola ha parlato con i vertici societari del Milan, che si sarebbero detti abbastanza sorpresi: Balotelli è un giocatore che fa gola a molti, si sa, ma una proposta così concreta ad oltre tre mesi dalla sessione estiva del mercato non se l’aspettavano davvero.

FBL-EUR-C1-AC MILAN

Lamela è un giocatore che Seedorf ammira e Balotelli è uno che non si ferma molto a lungo nello stesso club. I rossoneri, poi, sarebbero ai ferri corti con Raiola e dopo Niang, starebbero pensando di disfarsi anche degli altri suoi assistiti, ‘Supermario’ appunto e Ignazio Abate. Il Tottenham, poi, nonostante non lotti al momento per la conquista della Premier League, potrebbe far gola a Balotelli soprattutto perché il maggiore indiziato di sedere sulla loro panchina il prossimo anno è Cesare Prandelli, attuale CT dell’Italia che spesso ha fatto anche da ‘padre’ al bomber rossonero. Il nodo, però, è chiaramente individuabile: dalla cessione di Balotelli il Milan ha intenzione di incassare soldi freschi per riscattare Taarabt e Rami, e magari piazzare qualche altro colpo. Lo scambio con Lamela, pur stimando l’argentino, non è visto come un’opzione ‘conveniente’.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail