Quarti di Coppa Italia: Inter – Lazio 1-0

L’impero degli orsi. Chissà perché l’Inter aspetta sempre qualcosa. In questo caso aspetta con trepidazione il risveglio di Adriano, il cui impero sembra adagiato nel più classico dei letarghi invernali. E’ evidente che lo aspetta anche Mancini, che gli fa giocare sempre tutti i minuti a disposizione, anche quando l’Imperatore ciondola sonnolentemente per il campo,

di omino

L’impero degli orsi.

Chissà perché l’Inter aspetta sempre qualcosa.
In questo caso aspetta con trepidazione il risveglio di Adriano, il cui impero sembra adagiato nel più classico dei letarghi invernali.
E’ evidente che lo aspetta anche Mancini, che gli fa giocare sempre tutti i minuti a disposizione, anche quando l’Imperatore ciondola sonnolentemente per il campo, come ieri sera.
E meno male che dicevano che i due erano contro: Mancini ha messo la squadra a disposizione di Adriano e il giocatore si è messo a disposizione del “progetto”: l’Inter ci guadagnerebbe molto se la stampa dicesse che le polemiche si chiudono, almeno con la stessa enfasi con cui dice che si aprono.

Però è evidente che Adriano potrebbe diventare un problema, se non finisce il suo letargo.
Ieri sera è stato utile, perché alla fine il gol l’Inter lo ha fatto grazie a un suo sfondamento, ma Marco Civoli, nel contesto di una telecronaca dal forte odore di naftalina ha detto una cosa, forse poco in contesto con la serata, ma facilissima da visualizzare: ” E se un gol così, (1° tempo, solo davanti a Ballotta…), te lo sbaglia contro la Juve? ; cui aggiungerei anche: e se lo sbaglia contro l’Ajax, contro il Chievo, contro Il Milan, ecc., ecc.?
Insomma, se Adriano tira così, rischiamo prima o poi la sterilità, perché con lui a secco, il potenziale offensivo dell’Inter si riduce del 50%; e non perché lui è l’Imperatore (come soprannome è orribile…), ma perché Mancini gli ha messo a disposizione tutto quello che può per costruire il Suo Impero.
Fin’ora è comunque andata bene, anche con l’orso Adriano poco propenso a tirare fuori gli artigli; merito di giocatori in stato di grazia (Stankovic), orchestrati da un allenatore che per ora agli interisti ha messo in testa un’idea meravigliosa: abbiamo un gioco, le cose funzionano.
Meno male che il mercato estivo non ha rispedito Solari al paese di provenienza, magari succederà a Giugno, ma per ora non vedo perché consegnare l’ennesimo interista al museo degli orrori, proprio quando il suo letargo, lui lo ha finito.

Nella Foto è Liz Solari, sorella di Santiago che un club nerazzurro (a differenza del fratello, già ce l’ha…e che club!

I Video di Blogo

Cristiano Ronaldo live su Instagram: “Quel signore dall’Italia che dice bugie…”

Ultime notizie su Coppa Italia

Tutto su Coppa Italia →