Il Genio approda al Toro

Settantaquattro gol e non sentirli: tante le realizzazioni di Eugenio Corini tra Serie A e B in quasi 20 anni di carriera luminosa. Dal Brescia alla Juve, dal Napoli al Piacenza, fino all’Hellas, la stella del playmaker pareva aver perso di brillantezza, salvo poi approdare al Chievo e vivere una seconda giovinezza: fulcro del gioco

Settantaquattro gol e non sentirli: tante le realizzazioni di Eugenio Corini tra Serie A e B in quasi 20 anni di carriera luminosa. Dal Brescia alla Juve, dal Napoli al Piacenza, fino all’Hellas, la stella del playmaker pareva aver perso di brillantezza, salvo poi approdare al Chievo e vivere una seconda giovinezza: fulcro del gioco della squadra di Del Neri, il nativo di Bagnolo Mella (Bs), ha condotto i clivensi fino prima nella massima serie e poi in Europa. Corteggiato da Zamparini s’è poi accollato le sorti del gioco del Palermo conducendo i rosanero in quella Serie A che mancava nel capoluogo siciliano da 32 anni. Ancora grandi prestazioni e ancora gol, di cui molti su calci di punizione millimetrici; tanti anche i cartellini gialli il che denotano una grinta non proprio da “vecchietto”.

Poi lo strappo con i siciliani, i tifosi che si mobilitano per non farlo andare, alla fine si svincola e si mette in vendita; così oggi Urbano Cairo è riuscito ad assicurarsi le sue prestazioni per il suo Torino, dove Eugenio troverà l’ex compagno al Palermo Simone Barone. Contratto annuale per il 37enne Corini, il centrocampo dei granata sarà in buone mani!

I Video di Calcioblog