Calcioscommesse - Indagati Criscito, Milanetto, Dainelli e Palacio

Sono quattro i giocatori, tutti ex genoani, indagati per frode sportiva in relazione alla presunta combine del derby di Genova dell'8 maggio 2011. I magistrati della procura di Genova hanno infatti iscritto nel registro degli indagati Domenico Criscito, Omar Milanetto, Dario Dainelli e Rodrigo Palacio, oltre al capo ultrà rossoblù Massimo Leopizzi. Criscito era già stato raggiunto da un avviso di garanzia della Procura di Cremona prima dell'inizio del campionato europeo e fu escluso dalla rosa di Prandelli.

La decisione arriva sulla base degli atti ricevuti dalla procura di Cremona. I magistrati genovesi non hanno escluso ulteriori iscrizioni nel registro degli indagati per altri giocatori. Non è stato invece iscritto nel registro degli indagati il numero uno del Genoa, Enrico Preziosi. Il patron rossoblu è sbottato qualche ora fa negando ogni coinvolgimento nella vicenda e precisando che non risultano iscrizioni nel registro degli indagati:

"Ma come si fa a sostenere che sono indagato dalla Procura di Cremona quando non ho mai ricevuto un avviso di garanzia. Credo che in uno stato di diritto debbano contare i fatti e allora non si può fare il titolone e poi nell'articolo usare il condizionale. E nemmeno credo che in una situazione così delicata possano esserci equivoci: o sono indagato o non lo sono. E agli inquirenti dico: se avete bisogno di sentirmi, io arrivo da qualunque posto dovessi trovarmi. Altrimenti mi lascino in pace e smettano questo tiro al piccione nei confronti del Genoa. Maurizio parti con le querele, questo stillicidio deve finire...(conversazione con il suo avvocato, ndr). E intanto la pressione mi sale a 200 e io non posso rovinarmi la salute. Però sino a quando sarò il presidente del Genoa non mi sottrarrò alle mie responsabilità, anche se mi verrebbe da dire andate tutti a quel paese, chi me lo fa fare di stare qua... "

Foto | © TM News

  • shares
  • Mail