Parma, in arrivo un nuovo Direttore generale

Un’altra bella notizia in arrivo per i tifosi gialloblù, dopo la serie di quattro vittorie (l’ultima sei anni fa: dalla 24ª alla 28ª, allenatore Malesani) che ha posto una seria ipoteca sulla salvezza del Parma, se non per i 38 punti fin qui raggranellati, per il trend positivo che proietta i crociati in posizione di vantaggio rispetto al gruppone delle dieci pericolanti che, dopo 31 giornate, guidano insieme all’Ascoli e davanti a squadre come Sampdoria e Udinese partite con ben altri obiettivi.

La buona notizia è l’imminente nomina di un direttore generale che dovrebbe occuparsi direttamente della gestione amministrativa della società, un ruolo scoperto dallo scorso 6 dicembre quando l’allora amministratore delegato Alberto Peroglio Longhin aveva rassegnato le dimissioni, anche per quella che allora sembrava la felice conclusione della trattativa con la famiglia Sanz.


Il nome che trapela da ambienti vicini alla società gialloblù è quello di un altro giovanissimo: l’appena trentenne Carlo Berruti, figlio del noto avvocato e deputato Massimo Maria. Il nuovo direttore generale in pectore, a dispetto della giovane età, ha già maturato importanti esperienze professionali nella Lazio e nel Milan e viene a sgravare le spalle del presidente Guido Angiolini che ha già i suoi grattacapi con la Parmalat.


La speranza dei tifosi, naturalmente, è che la nomina di un direttore generale sia di buon auspicio anche in relazione a possibile novità sul fronte societario: in questo momento il futuro del Parma F.C. è ancora molto incerto e sarebbe davvero un peccato, proprio ora dal punto di vista tecnico la squadra gira a mille, non trovare un acquirente (Sanz o chi per lui) in grado di regalare un futuro a questa squadra e alla sua città.

  • shares
  • Mail