Amichevoli estive e infortuni: al Barça costa caro il forfait di Messi

Chi l'ha detto che il calcio estivo non conta niente? Magari a pochi importerà che su 12 edizioni del Trofeo Tim l'Inter ne ha vinte ben 8, ma quando un calciatore come Martin Caceres si procura la lesione dei legamenti all'ultimo secondo di una sonnolenta mini-partita contro il Milan, allora il gioco comincia a diventare faccenda seria. La Juve dovrà fare a meno del forte difensore uruguagio per i prossimi due mesi (se tutto va bene), il Barcellona dal canto suo dovrà rinunciare a Lionel Messi solo per qualche giorno: abbastanza però per veder svanire la bellezza di 500mila euro!

Questo pomeriggio alle 18 ad Amburgo si giocherà un'interessante amichevole tra i padroni di casa e il nuovo Barça di Tito Vilanova, di fatto all'esordio (seppur non ufficiale) sulla panchina blaugrana; in allenamento il fenomeno argentino ha subito un leggero indurimento del polpaccio destro, bega non grave a livello medico eppure tignosa, tanto da non consentire a Messi la partecipazione al match, fissato tra l'altro per festeggiare i 125 anni del club anseatico. Questa assenza, come detto, farà passare il compenso per i catalani da 1,2 milioni di euro a 700mila, Vilanova è stato irremovibile:

"Mi spiace tantissimo per i cittadini di Amburgo, mo sento male per loro perchè non potranno osservare da vicino Messi. Portarlo sarebbe stato però un rischio".


Dopo la partita nel Nord della Germania, per il Barcellona in programma altre quattro amichevoli tra Europa e Africa: prima di cominciare questa serie di gare d'esibizione le casse del club erano pronte ad accogliere sei milioni di euro, quale sarà l'ammanco fra due settimane? Chiedere al polpaccio di Messi.

Foto | © TMNews

  • shares
  • Mail