Miccoli al Palermo, Di Michele al Toro

Calciomercato che entra nel vivo prima che le squadre di Serie A si riuniscano per dar inizio ai loro ritiri; così nella giornata di ieri molte operazioni concluse, alcune molto rilevanti, che coinvolgono più di una formazione. Andiamo così in casa Palermo dove, dopo la cessione di Caracciolo alla Samp, ieri si sono salutati anche

Calciomercato che entra nel vivo prima che le squadre di Serie A si riuniscano per dar inizio ai loro ritiri; così nella giornata di ieri molte operazioni concluse, alcune molto rilevanti, che coinvolgono più di una formazione.
Andiamo così in casa Palermo dove, dopo la cessione di Caracciolo alla Samp, ieri si sono salutati anche con Di Michele che Cairo ha strappato a Girardi: il piccolo attaccante di Guidonia vestirà dunque la maglia granata del Toro e ritroverà i suoi ex compagni Corini e Barone, oltre all’altro nuovo acquisto, il difensore Cesare Natali. In Sicilia però, oltre Amauri, arriva un altro “brasiliano”: il Romario del Salento, al secolo Miccoli, è stato infatti ceduto per poco più di 4 milioni di euro dalla Juve e Rino Foschi non s’è lasciato sfuggire il talento di Fabrizio.
Altro addio, ma molto meno doloroso, quello di Giacomazzi: l’anno scorso per metà anno a Lecce, per metà a Palermo, l’anno venturo una intera stagione a Empoli.

E la piccola società toscana ha acquisito anche due baby juventini: Ray Volpato, già in gol in Serie A con la maglia del Siena, e Sebastian Giovinco, la formica atomica che la Juve spera di far esplodere accanto a Vannucchi e Saudati.
Spostiamoci un po’ ma rimaniamo sempre in Toscana dove il Siena ha fatto un acquisto molto importante: a puntellare la difesa, già comunque buona, Alessandro Lucarelli dalla Reggina, insieme al desaparecidos Veron (quello amaranto, non quello che tutti conosciamo). Il Cagliari, col tridente storico sfaldato (Suazo all’Inter, Esposito alla Roma e Langella forse all’Atalanta) punta sulla gioventù di Robert Acquafresca, molto ben visto dagli addetti ai lavori.
Il Livorno invece da una seconda chance italiana a Vikash Dhorasoo, la Lazio punta sull’estro di Meghni e sull’esperienza internazionale dell’argentino ex Deportivo la Coruna Scaloni. Il Catania si tutela in difesa con Terlizzi, la Roma spera nell’ex riminese Barusso per rimpolpare la zona nevralgica del centrocampo, stesso compito che avrà l’ex torinista De Ascentis, giunto a Bergamo alla corte di Del Neri.