La Juve si lascia soffiare Milito

In queste ultime ore si è fatta sempre più remota la possibilità che Gabriel Milito possa indossare la maglia bianconera della Juventus nella prossima stagione.
A confermare questa sensazione giungono le parole del presidente Cobolli Gigli il quale afferma che in questo momento è molto pessimista circa la conclusione dell'affare. Il problema è la cifra richiesta dal Real Zaragoza, troppo alta per i bianconeri, che si aggira intorno ai 25 milioni di euro e molto distante da quella che è stata l'offerta massima della dirigenza torinese. A meno di ripensamenti degli spagnoli quindi la trattativa si è arenata e si può definire chiusa.

Ma allora dove andrà l'argentino difensore centrale?
Fino ad ora sembrava sicuro che la concorrenza per la società di Corso Galileo Ferraris giungesse da Madrid sponda Real, ma evidentemente anche in Spagna i dispettucci di mercato sono un'abitudine.
Le ultime indiscrezioni danno infatti per "imminente" l'annuncio di Gabriel Milito al Barcellona. La differenza con l'offerta italiana sarebbe da individuare nelle contropartite tecniche, i blaugrana infatti ai 17 milioni di euro messi sul piatto avrebbero aggiunto Thiago Motta e Ezquerro, mente al giocatore invece sarà fatto firmare un quadriennale da 4 milioni di euro a stagione, evidentemente troppo per la Juve.

Resta quindi irrisolto il problema del centrale difensivo, unico tassello mancante a detta di Ranieri nel suo scacchiere.
I nomi ci sono anche se le trattative non sono ufficiali. Le attenzioni della dirigenza juventina sono puntate sul portoghese Fernando Meira dello Stoccarda ma i rapporti con la società tedesca non sono idilliaci, la Juve sarebbe colpevole secondo la loro opinione di aver cercato la trattativa con il giocatore prima che con la società.
Il nome di scorta sarebbe quello di Jorge Andrade, sempre portoghese in forza al Deportivo, che sicuramente costa molto meno di Milito (13 milioni di euro circa) ma ha 29 anni contro i 26 dell'Argentino.
Vedremo alla fine chi sarà ad occupare il punto nevralgico della difesa bianconera.

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: