La resa di Calderon: Kaka al milan

Il Milan in queste settimane si è sempre dimostrato molto fermo nella sua volontà di trattenere Kakà e nonostante gli assalti mediatici del Real Madrid ha sempre cercato di rassicurare i propri tifosi che non avrebbero retto un altro addio dopo quello della scorsa estate di Shevchenko. A quanto pare anche i dirigenti madrileni con

Il Milan in queste settimane si è sempre dimostrato molto fermo nella sua volontà di trattenere Kakà e nonostante gli assalti mediatici del Real Madrid ha sempre cercato di rassicurare i propri tifosi che non avrebbero retto un altro addio dopo quello della scorsa estate di Shevchenko.
A quanto pare anche i dirigenti madrileni con in testa Calderon se ne sono finalmente convinti. Il presidente, infatti, in un intervista ad Euronews poi ripresa dal quotidiano spagnolo AS ha finalmente ammesso che il trasferimento del brasiliano, vista la chiusura del Milan, è praticamente impossibile a meno che non sia lo stesso giocatore a chiedere di essere trasferito in tal caso a Madrid saranno ben felici di offrirgli una “camiseta blanca”.

Possono quindi dormire sonni tranquilli i rossoneri, non subiranno un altro tradimento, grazie anche alla fermezza con il quale Galliani ha sempre bocciato ogni tentativo del Real Madrid dimostrandosi spesso anche seccato dall’atteggiamento degli spagnoli spesso ai limiti di quelle che sono le normative per il mercato.
Calderon dal canto suo non poteva continuare a millantare un acquisto impossibile perché sappiamo bene come funzionano in Spagna le cose, i tifosi sono molto esigenti e non amano essere presi in giro.
Ora Kakà potrà finalmente continuare con tranquillità a inseguire il suo sogno di diventare un giorno capitano e bandiera del Milan come il suo compagno e idolo Maldini.