Serie A 2012/2013, domani il calendario: le regole del sorteggio

L'ultima immagine del campionato di Serie A 2011/2012 è stata questa: Alessandro Del Piero alza al cielo la sua ultima coppa con la maglia della Juventus, dopo quasi due decenni di amore assoluto, in uno Juventus Stadium impazzito per il ritorno al trionfo dopo anni di delusioni. Ormai però quello è il passato, da domani comincerà ufficialmente la nuova stagione con il sorteggio delle 38 giornate che andranno a comporre il prossimo torneo. Sarà la stagione in cui i bianconeri sono chiamati alla riconferma, c'è poi curiosità di vedere all'opera la nuova Roma di Zeman, così come ci sarà da scoprire se le milanesi potranno dire la loro dopo una campagna di mercato estiva, almeno fino ad ora, non esaltante.

Andiamo allora a scoprire quali sono le regole che guideranno il sorteggio che noi di Calcioblog seguiremo in diretta. Come negli ultimi anni non sono previste teste di serie, ogni incontro è possibile dalla prima all'ultima giornata, ci saranno comunque dei paletti che il computer dovrà rispettare nello stilare il calendario. Con il ritorno di Torino e Sampdoria in massima serie saranno ben quattro le stracittadine, le otto squadre coinvolte con l'aggiunta di Palermo e Catania dovranno osservare un'alternanza perfetta tra partite in casa e trasferta: per dire, nonostante bianconeri e granata giochino in due stadi diversi non potranno mai avere impegni casalinghi contemporaneamente.

Ma questa non è la sola limitazione che riguarda i derby: partite fra squadre della stessa città non potranno mai essere giocate in turni infrasettimanali, né contemporaneamente fra loro, né tanto meno alla prima o all'ultima giornata. Allo stesso modo potranno si potranno prevedere big match tra Juventus, Milan, Inter, Roma e Napoli soltanto nel fine settimana. Piccoli accorgimenti anche per le squadre impegnate in Europa: quelle impegnate in Champions (Juventus, Milan e Udinese) non potranno incontrare quelle che giocano l'Europa League (Napoli, Lazio e Inter) nei turni che cadono fra la partita del giovedì dell'Europa League e la giornata successiva della competizione maggiore.

Per finire nelle ultime quattro giornate l'alternanza tra casa e trasferta deve essere perfetta per tutte le squadre e non ci potranno essere più di due turni successivi in casa o in trasferta per squadra in ogni girone. Sembra tutto molto cervellotico, in realtà le regole sono abbastanza semplici e soprattutto sono le stesse da qualche anno. Quello che conta in ogni caso è che da domani potremo iniziare a pensare di nuovo al campionato, anche se sotto l'ombrellone. L'appuntamento è per domani con la diretta del sorteggio su Calcioblog e per il 26 agosto con il calcio d'inizio della stagione 2012/2013.

Foto | © TMNews

  • shares
  • Mail