Inter, Walter Mazzarri e il rimpianto di questa stagione: "A volte abbiamo delle amnesie e non è facile capire il motivo"

Le dichiarazioni del tecnico nerazzurro, alla vigilia del derby contro il Milan.

Domani sera, Walter Mazzarri proverà a portarsi a casa il suo secondo derby della Madonnina, dopo la vittoria conquistata lo scorso dicembre contro il Milan grazie al famoso gol di tacco di Rodrigo Palacio. Quei tre punti, che arrivarono dopo un notevole periodo di digiuno di vittorie, non portarono propriamente fortuna all'Inter perché i nerazzurri dovettero affrontare, subito dopo, un altro periodo di crisi e mancanza di risultati.

Dopo la conferenza stampa della vigilia del derby, le (poche) dichiarazioni interessanti vertono proprio su questo argomento: le amnesie della squadra che Mazzarri non riesce proprio a spiegarsi. L'allenatore toscano, poi, come sua consuetudine, ha procrastinato ogni tipo di bilancio a fine stagione. E' innegabile, però, che Mazzarri appaia molto più sereno e tranquillo rispetto a qualche tempo fa, dopo essere stato riconfermato da Erick Thohir.

La differenza di stati d'animo, ad esempio, si può notare in una dichiarazione in particolare: lo scorso gennaio, Mazzarri disse che non c'era affatto paragone con il Milan, facendo intendere l'esistenza di chissà quale abisso. Oggi, invece, si è visto un Mazzarri più misurato, affermando che le differenze tra i rossoneri e i nerazzurri possono essere valutate soltanto a fine campionato.

Queste sono state le dichiarazioni principali rilasciate da Mazzarri quest'oggi:

A volte abbiamo amnesia, non ero abituato e non è facile capire il motivo. Succede in certi reparti e questo ha fatto in modo che tanti punti siano stati persi. Ogni volta devo stare attento e spero che in queste tre partite non ci siano problemi. In certe gare l'attenzione è assicurata, domani sarà un'altra prova. I sei punti dal Milan? I bilanci si fanno alla fine, mancano tre partite. Aspettiamo e poi alla fine dirò tutto quello che penso e farò le mie valutazioni personali.

mazzarri inter napoli

Riguardo la formazione che potrebbe scendere in campo domani sera, Mazzarri ha tenuto la bocca praticamente cucita, dichiarando solo che le condizioni fisiche di Jonathan sono ancora da valutare. Il tecnico nerazzurro ha anche confermato la fiducia a Mateo Kovacic, affermando che il croato sta attraversando un buon periodo di forma. Mazzarri ha anche dichiarato che Alvarez ha buone possibilità di essere convocato.

Parlando di altri singoli giocatori, l'allenatore ha ribadito l'importanza di Yuto Nagatomo e ha sottolineato la buona prestazione di Marco Andreolli nella partita contro il Napoli. Riguardo Mauro Icardi, Mazzarri si è limitato a dire che il giovane argentino tiene un comportamento da professionista mentre per quanto concerne i senatori della squadra, che domani sera potrebbero giocare il loro ultimo derby, ogni decisione è come sempre stata rimandata al termine della stagione.

Mazzarri, infine, ha dichiarato che gli piacerebbe allenare Mario Balotelli perché stimolato dai calciatori "non banali".

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: