Oliveira torna in Spagna: destinazione Saragozza

Si è conclusa oggi la breve e infruttuosa carriera di Oliveira in Italia. L’attaccante brasiliano prelevato dal Betis Siviglia l’anno scorso da parte del Milan tornerà in Spagna. Sul sito dei rossoneri è infatti apparso il comunicato che annuncia la cessione in prestito oneroso al Real Saragozza per la durata di un anno, al termine



Si è conclusa oggi la breve e infruttuosa carriera di Oliveira in Italia. L’attaccante brasiliano prelevato dal Betis Siviglia l’anno scorso da parte del Milan tornerà in Spagna.
Sul sito dei rossoneri è infatti apparso il comunicato che annuncia la cessione in prestito oneroso al Real Saragozza per la durata di un anno, al termine del quale gli spangoli potranno riscattare Oliveira per 10 mln di euro.
Trattandosi di un prestito oneroso il Saragozza pagherà per il prestito 2 mln di euro più, ovviamente, l’ingaggio del giocatore.
La trattativa è stata anticipata da tempo ma è stata rimandata per delle divergenze economiche tra l’offerta del club e le richieste del giocatore. Ma alla fine l’accordo è stato raggiunto alle 5 di questa mattina secondo l’orario italiano.
L’operazione si può definire una magra consolazione in casa Milan. Oliveira, che era arrivato l’anno scorso ereditando la maglia numero 7 da Shevchenko, dopo un buon avvio nella partita con la Lazio, ha sempre deluso le aspettative dei tifosi. Tanto che nel finale di campionato il suo impiego è stato più che limitato.
Anche i numeri non sono dalla sua, perchè nelle quasi 30 apparizioni con la maglia rossonera il brasiliano è riuscito a mettere a segno solamente 3 marcature, un bottino davvero misero per un attaccante.
Ecco perchè la maggiorparte dei tifosi rossoneri non rimpiangerà la sua cessione, quello che forse comporterà un rammarico invece sarà invece l’aver pagato il brasiliano quasi 20 mln solo un anno fa per poi ‘svenderlo’ per poco più di dieci mln, sempre ammesso che il Saragozza lo riscatti.

La cessione di Oliveira inoltre libererà un posto da extracomunitario, necessario per ognuno dei tre obiettivi che ha il Milan, almeno secondo i mezzi di informazione, ovvero Shevchenko, Ronaldinho e Pato Alexandre.

Ma chiunque sia l’attaccante a cui da tempo fanno riferimento Berlusconi e Galliani, i tifosi rossoneri probabilmente si augurano che non ripeta le prestazioni di Oliveira.