Beckham la star

Finalmente l’attesa è finita, Los Angeles ha avuto quello che aspettava febbrilmente da mesi, vedere Beckham. Tutto è stato un vero e proprio show e l’accoglienza tributata al giocatore è stata di quelle che di solito in California vengono riservate agli attori in odore di Oscar. Gli spalti dell’Home Depot Center erano gremiti, 27.000 gli

Finalmente l’attesa è finita, Los Angeles ha avuto quello che aspettava febbrilmente da mesi, vedere Beckham. Tutto è stato un vero e proprio show e l’accoglienza tributata al giocatore è stata di quelle che di solito in California vengono riservate agli attori in odore di Oscar.
Gli spalti dell’Home Depot Center erano gremiti, 27.000 gli spettatori, e la tribuna vip pullulava di celebrità a partire dalle graziose attrici Jennifer Love Hewitt e Eva Longoria fino ad arrivare al governatore dello stato Schwarzenegger. La sempre più magra Victoria era invece in compagnia della sua nuova vicina di casa Katie Holmes.

Quando David si è accomodato in panchina a inizio partita un centinaio di fotografi lo hanno assediato e solo a fatica le guardie del corpo sono riuscite ad allontanarli, intanto i flash si illuminavano all’impazzata con i gridolini delle ragazzine che facevano da sottofondo. Ma che ci combini Beckham?

L’avversario dell’amichevole era quel Chelsea contro il quale tante battaglie vere sono state in passato combattute e sicuramente vedere Beckham in quella prigione dorata avrà rattristato non poco i suoi connazionali.
La partita per la cronaca è finita 1 a 0 per i Blues con un gol di John Terry a inizio ripresa ma poco importa, gli americani hanno un’incredibile capacità nello svilire la competizione sportiva in favore dello show.

L’attore principale è entrato in scena a dodici minuti dalla fine a causa di un leggero infortunio ad una caviglia, è apparso subito evidente che ogni suo passo era attentamente monitorato dagli occhi emozionati degli spettatori.
Si sono dovuti accontentare di poco visto che ha toccato pochissimi palloni e giusto alla fine ha potuto battere un calcio d’angolo ma sicuramente sarà bastato. La squadra ovviamente si aspetta molto di più per il futuro.
Tutto questo però non mi ha emozionato, anzi, mi ha rattristato non poco. Vedere un talento ridotto ad un semplice oggetto dalle ambizioni di una moglie che vorrebbe diventare un’attrice, dagli zeri di un contratto che probabilmente garantiranno un buon tenore di vita a lui e ai suoi figli.

Ma quanto potrà reggere l’uomo Beckham in queste condizioni? Quando tornerà fuori il suo spirito combattivo peculiarità della gente britannica? Dobbiamo forse rassegnarci e considerarlo ormai un ex calciatore?
Auguriamoci di no e speriamo che prima che sia troppo tardi torni a calcare campi a lui più consoni, non fa niente se non saranno illuminati dai flash, farebbe bene anche a lui tornare a combattere una bella battaglia in un fangoso campo europeo di fine novembre. Noi lo aspetteremo.

[foto via lagalaxy.com]

Ultime notizie su Amichevoli

Tutto su Amichevoli →