La Cina Olimpica soccombe alla Juve





Buona anche la seconda. Alle 17 di ieri in quel di Rovereto la Juve di Ranieri ha piegato senza troppe difficoltà la nazionale olimpica cinese: un 4-0 apparso abbastanza facile ma che ha comunque mostrato ottime trame e un feeling che sta crescendo fra i giocatori bianconeri. E’ calcio d’estate ma se l’Inter ha vinto 3-0 contro gli stessi avversari e se addirittura l’Udinese di Marino ha perso 1-0 contro il Mezzocorona regolato 5-0 dalla Juve mercoledì scorso, beh, allora questi risultati fanno ben sperare.



Come nel test di 4 giorni prima, Ranieri manda in campo due squadre: nel primo tempo il caldo blocca un po’ la manovra bianconera ma comunque Trezeguet trova la via del gol sfruttando un delizioso assist di Marchionni. Nella ripresa squadra con molti più papabili titolari e alla distanza i giovanotti cinesi cedono: il 2-0 è opera di Nedved che conclude una buona trama avviata da Tiago e Palladino; 3-0 di Del Piero (che aveva rivelato Marchionni a metà ripresa) con un bel tiro a volo su assist di Oliveira. Sigillo finale di Palladino in contropiede, imbeccato magistralmente proprio dal capitano.

In questa seconda uscita hanno confermato l’ottimo momento Molinaro, Nocerino e Almiron, tre dei nuovi che stanno già impressionando per la serietà negli allenamenti e il rendimento tecnico-tattico in campo. Dei “vecchi” invece hanno giocato molto bene entrambi i match sia Palladino (che tuttavia continua a peccare un po’ sottorete nonostante le due marcature) e Nedved, solito motorino. In attesa di vedere anche Buffon e Camoranesi in campo, la nuova Juve sta trovando l’amalgama necessaria per poter definirsi una squadra. Per la felicità delle centinaia di tifosi che in Val Rendana hanno supportato i bianconeri in questa prima fase del ritiro: da mercoledì si lavorerà a Vinovo, quindi amichevoli contro Newcastle, Amburgo e Sunderland.

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: