Bari: il sogno di Paparesta è Antonio Cassano

Gianluca Paparesta, dopo aver acquistato il Bari, sogna di riportare in Puglia Antonio Cassano.

Un regalo costoso. Un sogno. Il ritorno del figliol prodigo. Chissà. Fatto sta che Gianluca Paparesta, dopo aver acquistato il Bari, ora vorrebbe far tornare nella città pugliese Antonio Cassano. Che proprio da qui partì per poi cercare fortuna tra Roma, Real Madrid, Sampdoria, Milan, Inter e Parma.

Le possibilità di rivedere Fantantonio al San Nicola dipendono da chi sono gli investitori stranieri che, grazie al braccio operativo rappresentato dall’ex arbitro, si sono aggiudicati la Società all’asta fallimentare. Quanti soldi hanno? Che progetto c’è? Lui, Paparesta, agita l’idea del grande ritorno:

“Sogno di riportare Cassano al Bari. Antonio è un idolo, nato e cresciuto nella Bari Vecchia. Adesso ha raggiunto la giusta maturità e sono certo che farà bene anche con la Nazionale al Mondiale in Brasile. Cassano è molto affezionato alle sue radici, infatti ha preso una maglia #compratelabari e sarebbe meraviglioso rivederlo con la nostra maglia”.

La magia dei tocchi o del nome? L’età non non può condizionare l’utopia? Paparesta, dopo aver sognato a occhi aperti, fa un passo indietro:

“Non faccio promesse ai tifosi: dico a tutti che c’è il massimo impegno per realizzare un progetto ambizioso, in una piazza importante e con grandi potenzialità. Poi, i risultati sportivi sono frutto di tanti fattori. Sull’organigramma della nuova società non ci sono né segreti, né misteri. Un investitore è già noto: si tratta di una grande società asiatica che vuole promuovere il calcio in India e organizzare la Soccer League in quel Paese, poi ci sono altri investitori stranieri e italiani. Una volta che saranno definite le quote e l’asset societario, saranno resi noti tutti i nominativi degli altri investitori”.

Questo sì che interessa l’intera città di Bari. Come il progetto solido e ambizioso. Più del possibile ritorno di Cassano, che potrebbe essere semplicemente una mossa di marketing. Fantantonio testimonial fondamentale per riempire lo stadio e attirare gli sponsor. Questo sì.