Caos Parma, senza Europa la squadra si smonta: big con le valigie, compreso Donadoni

L'esclusione dalle coppe e le successive dimissioni di Ghirardi potrebbero portare allo smantellamento dei crociati.

L'onda lunga dell'esclusione dall'Europa League, conquistata sul campo ma revocata per un ritardo nel pagamento di una quota IRPEF, continua a farsi sentire dalle parti dell'Emilia. Ieri il presidente Tommaso Ghirardi è intervenuto ai microfoni di Radio Anch'io Sport e, dopo aver ribadito la sua intenzione di fare un passo indietro, ha confermato le difficoltà che ci saranno durante quest'estate a trattenere i protagonisti di questa stagione da record. I nomi più appetibili sono sui taccuini dei club importanti che non vogliono lasciarsi scappare l'occasione, sono molti quelli che potrebbero lasciare Parma a partire dal tecnico Roberto Donadoni.

L'allenatore piace anche ad alcuni club europei ma in questi ultimi giorni il suo nome è stato accostato più volte alla Lazio. Il divorzio tra i biancocelesti e Edy Reja è ormai cosa certa e aspetta solo di essere formalizzato, per questo Lotito e Tare sono già alla ricerca del suo successore. Il nome di Simone Inzaghi sembrava andare per la maggiore, di lui ci si fida ma è la mancanza di esperienza nel calcio dei grandi che spaventa. Per questo la candidatura di Donadoni è diventata con il passare del tempo sempre più credibile. La Lazio vorrebbe tentare il colpaccio provando a prendere anche Marco Parolo, centrocampista con il piede caldo, insieme al suo tecnico, sono voci appunto ma in questo periodo dell'anno spesso non vengono promosse a vere e proprie trattative solo per questioni di convenienza delle parti coinvolte.

Restando a Roma, ma spostandoci sulla sponda giallorossa, troviamo al lavoro Walter Sabatini, anche lui impegnato a capire se in terra emiliana ci possa essere qualcosa di utile per Garcia. Il nome è quello di Gabriel Paletta, il difensore piace anche se viene ritenuto troppo alto che il Parma sarebbe disposto a fare. Per il momento la situazione viene tenuta sotto controllo, la trattativa decollerebbe inevitabilmente qualora dovesse arrivare l'addio di Benatia. Concludiamo con il Milan. I rossoneri sono a caccia di esterni e avrebbero messo gli occhi su Biabiany, il francese ha molto mercato in Europa e per questo il Parma giocherà al rialzo, Galliani non vorrebbe spendere più di 10 milioni di euro e questo rende, per ora, l'affare non praticabile. Dalle parti di Milanello seguono anche Parolo, ma come detto prima il ragazzo di Gallarate piace anche alla Lazio che in questo momento partirebbe avvantaggiata.

Infine c'è Antonio Cassano, il barese ha conquistato a Parma il Mondiale facendo capire di avere ancora molto da dire. Se dovesse confermare le ottime prestazioni anche in Brasile anche per lui le offerte non mancherebbero e uno come lui come fai a trattenerlo? La società ha annunciato che oggi pomeriggio il ds Pietro Leonardi terrà una conferenza stampa, forse ne sapremo di più sul futuro del club.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail