Aggressione a Palazzi: FIGC smentisce tutto

La notizia era stata ben confezionata e descritta in maniera articolata, ripresa da numerosi siti e diventata ormai un fatto certo. Si tratta dell'aggressione avvenuta a Maiori da parte di alcuni tifosi juventini all'indirizzo di Palazzi. La notizia di per sè era anche plausibile, dato il contestato modus operandi del Procuratore della FIGC in occasione dei deferimenti per il calcioscommesse. Il motivo dell'aggressione sarebbe infatti stato il cinico sarcasmo del procuratore nei confronti del deferito allenatore della Juventus Antonio Conte.

Arriva invece dalla stessa FIGC la smentita ufficiale dell'accaduto, tramite la diramazione di un breve e tempestivo comunicato ufficiale: "Riguardo una presunta contestazione subìta dal Procuratore federale Stefano Palazzi a Maiori (Sa) da parte di un gruppo di tifosi, la Figc precisa che la notizia, riportata oggi da alcuni mezzi di informazione, è assolutamente priva di fondamento. Così come è del tutto non vero il riferimento all’intervento di forze dell’ordine chiamate per scortare il Procuratore".

Anche i Carabinieri di Amalfi e Maiori si sono riconosciuti estranei alla vicenda, confermando di non essere stati nè allertati dai cittadini, nè da parte di Palazzi, che ha casa a Maiori. Secondo la vicenda, infatti, il tumulti sarebbero stati talmente gravi da rendere necessario a Palazzi il ritorno a casa scartato.

Il tutto sembrerebbe quindi una grossa bolla di sapone, il classico fattoide che rispecchia un sentimento condiviso della popolazione, in questo caso le possibili tensioni derivanti dalle sentenze di questi giorni. Ma rimane anche il mistero di alcuni testimoni che continuano a sostenere di aver assistito al fatto di Maiori, come si legge anche su alcuni forum juventini.

Foto | © TM News

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: