Calciomercato Torino Esclusiva CalcioBlog: la verità sul caso Ferronetti

Damiano Ferronetti non sarà più un calciatore del Torino. E, visto che il calciomercato è un teatrino anche degli errori e degli orrori, si può dire tutto e il contrario di tutto. Cioè, per esempio, che Damiano Ferronetti non è mai stato un calciatore del Torino. O, almeno, lo è stato soltanto in parte, giusto per un paio di amichevoli per le quali sarebbe meglio parlare di "calciatore in prova".

Non esisterebbe infatti alcun contratto, ma soltanto una scrittura privata tra le parti: da un lato il club presieduto da Urbano Cairo, dall'altro il procuratore dell'ex jolly difensivo dell'Udinese, Zavaglia.
C'era quindi una volta un gentlemen's agreement: tu vieni da noi a giocare perché alzi il livello della nostra difesa in vista della Serie A, però noi eventualmente ti tesseriamo dopo aver verificato a fondo le tue condizioni fisiche.

Tant'è vero che Ferronetti veniva da un duplice infortunio di rilevante gravità, e il Torino se n'è tutelato. Se non fosse che qualcosa è andato storto prima del dovuto: con ogni probabilità il difensore di Albano Laziale (concittadino di Simone Pepe) ha odorato che i granata avrebbe tirato la contrattualizzazione in là nel tempo, oltre Ferragosto tanto per intenderci. E per di più qualcuno che sapeva della cosa si è già fatto avanti per ingaggiarne i servigi: si vocifera Verona o Catania, ma presto lo si saprà pubblicamente.

In sostanza, nessun litigio con il tecnico Ventura, ma soltanto un "bene comune". Io trovo lavoro e firmo visto che tu temporeggi e io ci potrei rimettere un'intera annualità. Tu, Torino, ha tutto il tempo (il mese di agosto) per correre ad eventuali ripari. E le storie lette sui giornali a questo punto non saranno altro che versioni ufficiali concordati da gettare in pasto ai posteri.

E ai tifosi che, ovviamente, ci hanno capito poco o niente. Altro che "chiuso" da Glick e Darmian, qui si tratta a tutti gli effetti di un matrimonio calcistico mai nato, nonostante la sensazione fosse che l'uno avesse bisogno dell'altro.

  • shares
  • Mail