Rassegna stampa 21 giugno 2014: prime pagine di Gazzetta, Corriere e Tuttosport

Ecco come aprono oggi, 21 giugno 2014, i giornali sportivi

La Gazzetta dello Sport titola "Cotti e mangiati" per sintetizzare la clamorosa sconfitta subita dall'Italia ieri contro la Costa Rica. L'1-0 rimediato a Recife complica la vita alla nazionale di Prandelli: servirà non perdere martedì contro l'Uruguay per arrivare agli ottavi di finale. La foto di apertura vede Buffon sconsolato per terra dopo aver subito il gol. Centralmente le parole di Prandelli post gara, il focus sugli errori di Balotelli e sugli avversari, la Celeste guidata da Suarez e Cavani. Nel taglio basso il successo facile della Francia sulla Svizzera e l'attesa per le gare di Argentina e Germania in programma oggi. In chiusura l'approdo di Claudio Ranieri sulla panchina della Grecia e il possibile addio di Zaccheroni dal Giappone.

cotti e mangiati

Il Corriere dello Sport titola "Crediamoci" e apre con la foto di un rammaricato Balotelli. Secondo il quotidiano romano ieri l'Italia era "irriconoscibile"; vengono riportati anche i presunti complotti denunciati da Thiago Motta. Nella spalla la valanga Francia sulla Svizzera e il successo dell'Ecuador sull'Honduras. Quindi le sfide di Germania e Argentina odierne. Nel taglio basso le risoluzioni delle comproprietà: Berardi e Zazà restano al Sassuolo, il Napoli lascia Armero.

Tuttosport titola "Che pena" e se la prende con Prandelli autore di "scelte cervellotiche". Centralmente il capitolo mercato con la Juventus che incassa 7,5 milioni di euro dalla permanenza di Zaza al Sassuolo, mentre Giovinco prova a rinnovare con il club bianconero. Nel taglio basso il duello Torino-Genoa per Ferreyra, mentre Sanchez Mino è ormai ad un passo dai granata. Quindi Mbia all'Inter e l'ultimatum del Milan a Kakà, voglioso di tornare a giocare in Brasile. Infine Belfodil e Biabiany al Parma, mentre Cigarini resta all'Atalanta.

  • shares
  • Mail