Rassegna stampa 22 giugno 2014: prime pagine di Gazzetta, Corriere e Tuttosport

Ecco come aprono oggi, 22 giugno 2014, i giornali sportivi

La Gazzetta dello Sport titola "Prandelli ribalta l'Italia" per spiegare l'intenzione del ct azzurro di optare per nuove soluzioni: difesa a tre, spazio a De Sciglio e Verratti, mentre Immobile scalpita ma titolare dovrebbe essere Balotelli. Nel taglio alto il capolavoro di Messi che regala la qualificazione agli ottavi all'Argentina; quindi la sorpresa Ghana, che costringe al pareggio la Germania. Nella spalla la sfida tra Usa e Portogallo, con Cristiano Ronaldo regolarmente in campo. Di seguito le parole di Capello sul portiere della Russia, riconfermato nonostante la papera della gara d'esordio. La Rosea propone anche un reportage a Santos, dove è cresciuto Neymar. Nel taglio basso l'idea Pato per la Juventus, che intanto prende Coman, talento francese strappato al Psg a costo zero.

metti ciro

Il Corriere dello Sport annuncia in apertura il ko di Daniele De Rossi, quasi sicuramente indisponibile per la sfida decisiva contro l'Uruguay. Centralmente si legge dei cambiamenti tattici che Prandelli metterà in atto, a partire dal 3-5-2. Nel taglio alto la magia di Messi e il record di Klose, autore di 15 reti ai mondiali, come Ronaldo. Più in basso il focus sul dualismo Balotelli-Immobile, l'inchiesta sul perché gli azzurri abbiano smesso di correre e un pezzo sul talento da goleador di Suarez. In chiusura il colpo Coman della Juventus, mentre la Roma stringe per Ucan.

Tuttosport apre con l'invito rivolto a Prandelli: "Metti Ciro!", con riferimento ovviamente a Immobile, che però difficilmente sarà titolare contro l'Uruguay. Nel taglio alto il nuovo Pogba della Juventus, Coman; nella spalla l'interesse del Napoli per Balotelli e il pressing del Real Madrid su Verratti. Nel taglio basso le parole del ds del Torino Petrachi sul mercato granata.

  • shares
  • Mail