Fifa in piena bufera doppio stipendio per il comitato esecutivo

Le nuove regole etiche della Fifa, sarebbero solo una trovata di facciata. Lo scrive senza mezzi termini il Sunday Times, che oggi ha pubblicato un dossier sui bonus spettanti ai membri del comitato esecutivo. Ufficialmente, sarebbero stati cancellati dal presidente Joseph Blatter, ma in realtà sono stati percepiti ugualmente. Come? Con un ‘simpatico’ escamotage: il governo del calcio mondiale avrebbe aperto dei conti in Svizzera, dai quali i componenti del comitato esecutivo avrebbero prelevato le somme non più dovute, raddoppiando sostanzialmente i rispettivi stipendi.

A provare questo escamotage, ci sarebbero i documenti presenti in alcuni cassetti degli uffici Fifa. Il Sunday Times, dunque, afferma che, fatta la regola, si sarebbe trovato subito l’inganno: ai membri del comitato esecutivo, sarebbero andati stipendi doppi visto che la parte prelevata di nascosto dai conti svizzeri sarebbe totalmente esentasse. Se a questa cifra, poi, si aggiungono anche i rimborsi e i vari benefit di cui godono i membri Fifa, appare chiaro che la ‘rivoluzione etica’ di cui ha parlato tempo fa Blatter è stata solo un annuncio di facciata per placare le polemiche.

Honduras v Ecuador: Group E - 2014 FIFA World Cup Brazil

In questi mesi, infatti, il massimo organismo calcistico mondiale è sotto tiro da diversi fronti: lo scandalo maggiore è rappresentato dall’assegnazione dei Mondiali del 2022 al Qatar, che secondo un’inchiesta giornalistica sarebbe avvenuta in modo poco chiaro e soprattutto dopo un vero e proprio giro di bustarelle e favori da parte di alcuni colossi internazionali nella distribuzione del gas liquido, ma non solo. In Brasile, invece, la Fifa così come il governo locale, devono fronteggiare la rabbia della popolazione, che non accetta di veder utilizzare soldi pubblici per la Coppa del Mondo, mentre il Paese attraversa una delle peggiori crisi della sua storia.

  • shares
  • Mail