Un'Inter operaia passa a Empoli





Nell’anticipo della seconda giornata, l’Inter Campione d’Italia mette in campo gli assenti di Barcellona, come da previsioni e trova il primo successo stagionale su un campo comunque ostico, contro un ottimo e sciupone Empoli. Finisce 2-0 con doppietta di Zlatan Ibraimovich, l’unico a distinguersi della mediocrità generale dei nerazzurri.

L’Inter non ha giocato male se non fosse che è l’Inter.

In comune con lo schiacciasassi della scorsa stagione ha solo i nomi sulle maglie (diverse pure quelle) e la consapevolezza di avere là davanti qualcuno in grado di sbloccare la situazione in qualsiasi momento.

Per il resto tanta sofferenza contro un undici toscano veramente tosto, coriaceo, sempre convinto di poter raddrizare la situazione, almeno fino al secondo goal del numero 8 di Mancini.

Troppo sciuponi gli uomini di Cagni che si sono trovati di fronte anche un eccellente Toldo (unico a salvarsi nella disfatta del Camp Nou).

Buone cose anche da Suazo, che nelle prime prove ufficiali aveva lasciato a desiderare.

La difesa è ancora da registrare anche in vista della Champions, pur essendo stata l’urna, piuttosto benevola.

Insomma Inter da rivedere, ma ciò che conta sono i tre punti, che sono arrivati su un campo dove dovranno sudare tutte le grandi.

  • shares
  • Mail
32 commenti Aggiorna
Ordina: