Emozioni in vetta

La giornata di ieri di Premier League se non fosse stata praticamente a inizio campionato ma verso la fine sarebbe stata degna di una sceneggiatura per un film. Le big, tutte in campo ieri per le prossime partite di Champions, ci hanno infatti regalato emozioni scambiandosi continuamente il posto in vetta alla classifica.
Il Manchester United centrando la terza vittoria consecutiva contro l'Everton si è trovato momentaneamente al primo posto. La vittoria è arrivata a sette minuti dalla fine grazie al gol del centrale difensivo Vidic, i Red Devils avevano rischiato all'inizio di ripresa ma provvidenziale è stato il salvataggio sulla linea di Scholes sul colpo di testa di Andy Johnson. Da segnalare nella partita il brutto infortunio al ginocchio di Silvestre.
Il primato degli uomini di Ferguson è però durato poco perché i vecchi padroni della testa della classifica, i Reds di Benitez, pur non andando oltre il pareggio a reti bianche contro il Portsmouth in virtù della miglior differenza reti hanno riguadagnato la loro posizione. E pure il Liverpool la partita poteva anche perderla se solo Kanu non si fosse fatto parare un rigore da Pepe Reina.

Ma anche la leadership del Liverpool si è dimostrata effimera perché alla fine vincendo il derby di Londra con il Tottenham, l'Arsenal ha salutato tutti, messo la freccia e fatto il sorpasso. I Gunners si sono imposti per 3 a 1 grazie alle reti di Adebayor, Fabregas e poi ancora Adebayor. Anche la squadra di Wenger ha dovuto sudare più del previsto, dopo soli 14 minuti infatti si era trovata ad inseguire grazie al gol degli Spurs siglato da Bale. La netta affermazione però alla fine è valsa anche il primato solitario in classifica a quota 13 punti.

A fargli compagnia poteva esserci il Chelsea che però non è andato oltre lo 0 a 0 in casa contro il Blackburn e quindi si è dovuto accontentare del secondo posto a 11 punti in compagnia proprio di Liverpool e Manchester United.
Tra le altre partite della giornata da segnalare la vittoria casalinga del West Ham contro il Middlesbrough che consente agli Hammers di salire a quota 10 in coabitazione con l'Everton, niente male considerando che l'anno scorso sono stati vicinissimi alla retrocessione.
Negli altri incontri di questa sesta di campionato le neopromosse Sunderland e Birmingham si sono imposte rispettivamente per 2 a 1 e 1 a 0 sul Reading e sul Bolton, mentre Wigan e Fulham hanno concluso sull'1 a 1.
Il calcio inglese da un punto di vista della tecnica non farà strizzare gli occhi, ma dal punto di vista agonistico resta sempre all'avanguardia e grazie anche all'equilibrio che si è visto fino ad ora c'è da scommetterci che di giornate palpitanti come questa ne vedremo ancora.

  • shares
  • Mail
21 commenti Aggiorna
Ordina: