Nainggolan su Twitter contro la Juve: "Meglio lo stadio prefabbricato che l'arbitro comprato...", poi si scusa

Radja Nainggolan si scaglia contro la Juve su Twitter, salvo scusarsi ripetutamente dopo pochi minuti. I vip che cinguettando si lasciano andare a dichiarazioni avventurose sono tanti, fra questi non mancano i calciatori. Esemplare la brutta uscita di Michel Morganella che prendendosela con i coreani si è fatto cacciare dalle Olimpiadi di Londra nelle quali rappresentava la Svizzera. Il problema è spesso nelle interazioni con gli altri utenti, la ragione per la quale il social network dei cinguettii riscuote questo successo sta proprio nella possibilità per le "persone comuni" di avere una interazione diretta con i "vip".

Il centrocampista del Cagliari si è invischiato in un dibattito fra tifosi, con uno juventino in particolare che prendeva in giro la società sarda per la situazione dello stadio. La società sarda è a caccia di un'alternativa al fatiscente Sant'Elia, per questa ragione a Quartu si sta realizzando una nuova struttura provvisoria con tribune composte principalmente da tubolari di ferro e strutture prefabbricate. Assolutamente niente di male, si tratta di una soluzione tampone per evitare di dover giocare le partite casalinghe lontani dalla Sardegna emigrando a Trieste.

Nainggolan ha ritwittato questa frase: "Meglio lo stadio prefabbricato che l'arbitro comprato", roba da Bar dello Sport. Niente di male, per carità, anche il parallelo con la vicenda di Morganella è in realtà improprio, ma è da sottolineare come anche i giocatori si prestino a sfottò che fanno parte della cultura del tifoso. Peccato che qualche minuto dopo arrivi subito la reazione di altri utenti bianconeri di fronte alla quale il belga si scusa in tutti i modi.


In realtà non è esattamente così, Radja ha continuato ad interagire rispondendo a quel tweet, dire che non l'abbia letto fa abbastanza ridere.

Se prima si poteva pensare che in qualche modo il giocatore belga confermava il fatto che la Juventus, vicinissima ad ingaggiarlo nella sessione di gennaio del calciomercato, aveva definitivamente abbandonato questa pista per il suo centrocampo ora si può immaginare che sia parecchio preoccupato dalla reazione dei tifosi bianconeri alla sua uscita.

A lui, che ha appena rinnovato con il Cagliari del presidente Cellino, evidentemente non fa piacere inimicarsi una piazza nella quale qualunque giocatore sognerebbe di approdare in carriera.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: