Hagi come Mou: lascia lo Steaua!

"Ne avevo abbastanza, non riuscivo più a reggere la tensione" parole di Gheorge Hagi, ex stella di Brescia e Barcellona che da stamani non è più l'allenatore dello Steaua Bucarest. Ieri sera i rumeni hanno fatto visita allo Slavia Praga e in terra ceca sono incappati in un deludente 2-1, frutto dei gol di Šenkeřík e Belaid per i padroni di casa e di Goian per gli ospiti; la delusione per la sconfitta, tuttavia, non è stata la molla che ha fatto saltare la panchina del "Maradona dei Carpazi".

Il problema principale verteva sul rapporto tra Hagi e il patron del club Becali; quest'ultimo s'intrometteva sempre sulle questioni meramente tecniche della sua squadra e proprio alla vigilia del match contro lo Slavia aveva tuonato minaccioso: "Se stasera non farà giocare Surdu e Badoi dal primo minuto, Hagi lascerà la squadra; io avrei voluto sostituire il grande giocatore Hagi con il grande allenatore Hagi, ma sembra che lui non mi voglia ascoltare". Parole inequivocabili che l'ex numero 10 ha ascoltato per metà.

Infatti Badoi è andato in campo fin dal principio della gara, ma il numero 84 Surdu ha scaldato la panchina per più di un'ora: è entrato in campo solo al 62' al posto di Lovin. Chissà, quindi, che questa cosa abbia indispettito il presidente Becali in modo irreparabile tanto da "costringere" Hagi a rassegnare le dimissioni: di certo c'è che dopo Mourinho la prima giornata di Champions miete un'altra vittima. Iniziamo bene!

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: