Zamparini: "Agnelli ha ragione, stanno massacrando il calcio"

Le dichiarazioni al vetriolo di Andrea Agnelli rilasciate nel pomeriggio in seguito alla richiesta di Palazzi per Antonio Conte ("Constato che la Federazione Italiana Giuoco Calcio e la sua giustizia sportiva continuano a operare fuori da ogni logica di diritto e di correttezza sostanziale [...]") hanno subito suscitato la dura reazione della Figc che in una nota diramata in serata risponde al presidente bianconero:


"La Figc e i suoi Organi operano con correttezza nel pieno rispetto delle norme statutarie che garantiscono l'indipendenza e l'autonomia della Giustizia Sportiva così come disciplinata dall'Ordinamento Sportivo Nazionale: le valutazioni del Presidente della Juventus Andrea Agnelli non sono accettabili e vanno al di la' di un legittimo esercizio del diritto di critica"

Quello che rischia di trasformarsi in un altro terremoto del calcio italiano e in uno scontro prolungato tra Juventus e Federazione trova un alleato dei bianconeri in Maurizio Zamparini che dai microfoni di Radio Radio ha espresso solidarietà ad Andrea Agnelli:

"Se dicevo io quello che ha detto Agnelli mi beccavo cinque anni di squalifica. Io penso lo stesso, ma non lo dico altrimenti mi squalificano. Abbiamo già una giustizia e un codice e quello va rispettato. All'interno del calcio hanno creato questo pseudo potere che con delle prove assurde giudica e dà sanzioni pazzesche. A me hanno dato un anno di squalifica per non aver fatto assolutamente nulla. Sono anni che queste istituzioni massacrano il calcio. Bisogna mandare via tutti e cambiare completamente, non deve bastare uno che dice quattro cose senza prove per condannare un altro. Non si può prima proporre 3 mesi e poi 15, non si riesce a capire niente".

Intanto i tifosi bianconeri annunciano iniziative di protesta contro la Figc. Il primo a proporla è il il sito Vecchiasignora.com al quale sono registrati oltre 84.000 utenti. «Esprimiamo - si legge in una nota - totale appoggio alla Juventus e rinnoviamo la convinzione circa la buona fede e la professionalità dell'allenatore della Juventus Antonio Conte, dell'assistente Angelo Alessio e dei giocatori Simone Pepe e Leonardo Bonucci». «È arrivata - prosegue Vecchiasignora.com - l'ora di dire basta a questo sistema che, da anni, si dimostra incompetente e privo di logiche chiare, sopratutto quando si parla di Juventus. Questo "basta" lo urleremo a Roma, in una manifestazione contro la Figc».

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: