Finalmente è di nuovo Samp - Genoa



Dopo 13 anni torna nel campionato italiano di Serie A il derby della lanterna. Era la stagione 1994/95 quando per l'ultima volta le due squadre si sono incrociate nella massima serie.
L'attesa nella città è fortissima e queste emozioni non possono non contagiare anche coloro che saranno i protagonisti in campo. Più o meno simile le dichiarazioni dei diretti interessati.
Walter Mazzarri, allenatore della Samp, dice di non veder l'ora di scendere in campo, è un po' rammaricato per il fatto che l'impegno di UEFA non gli ha consentito di preparare con calma la sfida, spera tuttavia che la tensione, che è palpabile in città, si traduca in energia per i giocatori in campo.
Dello stesso tenore anche le dichiarazioni dell'attaccante rossoblu Marco Di Vaio che definisce il derby "una partita a parte", che mette in palio tre punti come tutte le altre ma che può rappresentare un punto di svolta, psicologicamente parlando, per tutta una stagione.

Un altro personaggio che probabilmente sentirà in maniera particolare la partita è Vincenzo Montella. Il napoletano è esploso nel calcio che conta proprio con la maglia blucerchiata più di dieci anni fa ormai, ma la stagione prima aveva vestito i colori del Genoa dell'allora presidente Spinelli in Serie B. L'aeroplanino si dice tranquillo, si aspetta qualche fischio, ma farà in modo che per lui rappresentino un'occasione per caricarsi ancora di più.
Sempre restando sulla sponda Samp per un protagonista assente, lo squalificato per doping Flachi, ce n'è un altro che potrebbe essere finalmente presente. Stiamo parlando di Antonio Cassano che a detta di Mazzarri potrebbe esordire proprio oggi giocando una ventina di minuti.

Dalla parte dei grifoni parla Gasperini che in settimana ha preparato meticolosamente la partita. Pensate che giovedì sera era anche al Ferraris a studiare l'avversario impegnato in coppa contro l'Aalborg. Questione di punti di vista, migliori dalla tribuna secondo il tecnico dei grifoni. Per Gasperini le due formazioni tatticamente sono molto simili quindi è molto probabile che la partita si risolverà con qualche episodio. Molto sportivamente fa anche i complimenti agli avversari dicendo addirittura che la sua squadra deve un po' prendere d'esempio quella del suo collega Mazzarri.

Giusto per interesse storico ricordiamo che l'ultimo derby della lanterna in serie A è stato disputato il 30 aprile 1995, i padroni di casa in quell'occasione erano i rossoblu che si aggiudicarono anche la sfida per 2 a 1 con reti di Van't Schip e Skuhravy che ribaltarono l'iniziale vantaggio siglato da Platt. Nonostante quella vittoria però il Genoa non riusci a evitare la retrocessione.
Le due squadre in questi anni hanno avuto modo di incrociarsi anche nel campionato cadetto, l'ultima sfida risale all'8 aprile 2002 e terminò a reti inviolate.
L'ultimo derby ufficiale in assoluto è quello di Coppa Italia giocato il 3 settembre 2002, in quell'occasione ad imporsi furono i blucerchiati per 2 a 1.
In totale la Sampdoria è in vantaggio avendo vinto 33 volte contro le 22 del Genoa, 41 sono stati invece i pareggi.

Questa sera verrà scritta una nuova pagina di questa storia affascinante, la storia di una partita che non dura novanta minuti ma un anno intero. Lo spettacolo, almeno sugli spalti di Marassi, è assicurato, speriamo che anche i protagonisti in campo siano all'altezza della situazione.

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: