Amarcord: Torino-Juventus 2-2, le corna di Maresca

Le Corna di Enzo Maresca nel derbySeconda incursione nella storia del Derby della Mole per il nostro spazio dedicato all'Amarcord. Ieri vi abbiamo raccontato l'impresa di un Torino, molto operaio e poco Grande, che nel Campionato 1982/83 conquistò una vittoria incredibile contro i cugini imbottiti di Campioni del Mondo e fuoriclasse ribaltando il risultato dallo 0-2 al 3-2 in poco più di tre minuti.

Oggi vogliamo ricordare il Derby di Torino del Campionato 2001/02, girone di ritorno. Alla 24esima giornata la Juventus di Marcello Lippi, la prima del post Ancelotti senza Zidane e Inzaghi ma con il terzetto Pavel Nedved, Gigi Buffon, Lilian Thuram al loro posto, si presenta al derby con l'esigenza di non perdere colpi. Dopo 23 giornate i bianconeri guidano la classifica con un solo punto di vantaggio su Inter e Roma.

Il Torino di quell'anno non è impegnato nella lotta per non retrocedere, al contrario la squadra di Giancarlo Camolese culla il sogno di un piazzamento in Europa e già all'andata era riuscita a bloccare la Juventus con un'altra tipica rimonta da derby dal 3 a 0 al 3 a 3, in una partita che resterà alla storia per il "buco" di Maspero che impedisce a Salas di trasformare il rigore del 4 a 3 all'87esimo.

La Juventus sa che anche al ritorno non sarà una passeggiata ma sembra commettere gli stessi errori. Dopo l'iniziale vantaggio di David Trezeguet si fa raggiungere e superare prima da un gol di Ferrante poi da uno di Benoit Cauet. All'89esimo, quando ormai la partita sembra finita, Enzo Maresca realizza un superbo gol di testa su cross di Thuram e esulta imitando il gesto delle corna ostentato da Ferrante quando al 64esimo, raggiunto il pareggio, percorre tutto il campo nella "posa del toro" fino ad arrivare sotto la Maratona.

La Juventus grazie a quel gol al 90esimo, segnato da un ragazzo che non riuscirà mai a sfondare in bianconero soprattutto per via dei limiti caratteriali che lo resero inviso a Luciano Moggi, conquista un punto che si rivelerà poi decisivo per la conquista dello scudetto il 5 Maggio dopo il suicidio dell'Inter di Cuper.

Maresca grazie a quel gol e a quella esultanza provocatoria resta ancora oggi un idolo per la parte della tifoseria juventina particolarmente attaccata alla rivalità con i cugini granata.

Il Video del Pareggio di Maresca con il gesto delle corna

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: