Processo Calcioscommesse, sentenze il 10 agosto, la squalifica di Conte data per certa

Sentenze processo calcioscommesse: attesa per le notizie sulla qualifica di 10 mesi a ConteDopo le tradizionali anticipazioni della Gazzetta dello Sport arriva un rinvio. Le sentenze della Disciplinare, il primo grado della giustizia sportiva in attesa della Corte Federale, arriveranno soltanto domani, 10 agosto. Le ragioni del rinvio non sono chiare, soprattutto perché ormai tutti i media le hanno abbondantemente anticipate. Come noto se le accuse di Andrea Masiello che aveva coinvolto Leonardo Bonucci, Simone Pepe, Salvatore Masiello, Marco Di Vaio e Daniele Portanova non avrebbero retto alla prova dell'aula.

Gli avvocati difensori, nel poco tempo a loro concesso, sono riusciti a mettere in evidenza i limiti e le contraddizioni di queste accuse. Stefano Palazzi è convinto che Masiello sia credibile, ma la Disciplinare è pronto a smentirlo.

D'altra parte anche il procuratore, partito lancia in resta affibbiando a Bonucci e Portanova l'accusa di illecito sportivo, aveva cercato di raggiungere l'accordo con le difese derubricando l'accusa in semplice "omessa denuncia".

Per Antonio Conte invece una lunga squalifica, che partirà giusto in tempo per togliergli la possibilità di rimanere in panchina per la finale di Supercoppa Italiana contro il Napoli a Pechino, pare scontata. Tutte le fonti inseguono la Gazzetta e parlano di 10 mesi. Un'intera stagione saltata da Conte per le due omesse denunce in Novara - Siena e Albinoleffe - Siena: la Disciplinare sarebbe convinta che Filippo Carobbio non mente, anche se le contraddizioni nelle sue testimonianze non sono mancate. Proprio per questa ragione dovesse essere confermata la squalifica partirebbe la battaglia legale con il ricorso alla Corte Federale e successivamente quello al Tnas, coadiuvato anche dall'avvocato Giulia Bongiorno. L'obiettivo di Conte, che era stato convinto a patteggiare dalla società, è l'assoluzione.

  • shares
  • Mail