Italia-Inghilterra: l'amichevole del 15 agosto 2012 finisce col risultato di 1-2. Buona partita di Mattia Destro, male El Shaarawy

Jermain Defoe, l'uomo partita di Italia-Inghilterra

00.01: la prestazione di Mattia Destro, appena approdato alla Roma e voluto da Cesare Prandelli questa sera (al di là del risultato dell'amichevole) è stata esaltata un po' da tutti: oggettivamente, il giovane attaccante si è mosso molto bene e ha dimostrato di non aver timore reverenziale nei confronti degli avversari o delle situazioni, mettendo in luce grande maturità e sicurezza. Sicuramente il migliore in campo per gli azzurri, se avesse avuto un pizzico di lucidità in più sotto porta (e anche un pizzico di fortuna, perché no), il suo esordio sarebbe stato da lode. Diametralmente opposto il match di El Shaarawy, apparso decisamente troppo intimidito.

15 agosto 2012: L'Inghilterra ha battuto l'Italia per 2-1. Dopo il gol di De Rossi, ha paregiato Jagielka e poi deciso Defoe (nell'immagine TM News, l'uomo partita), con una bellissima rete, con la complicità di Siligu, per nulla ineccepibile nell'occasione. E' la quarta sconfitta consecutiva degli azzurri in amichevole. Prandelli ammette che la sconfitta, comunque, brucia, ma sostiene, a fine partita, di aver avuto buone indicazioni. Per il futuro, non fa il nome di El Shaarawy (apparso decisamene spento) ma quello di Mattia Destro: il giovane nuovo acquisto della Roma ci ha fatto davvero un'ottima impressione.

Ora vedremo che decisioni prenderà il mister in vista della prima partita di qualificazione per i Mondiali del 2014 in Brasile, il 7 settembre 2012 a Sofia contro la Bulgaria (ecco il calendario completo delle qualificazioni dell'Italia).

Fra 22 giorni si farà già sul serio e non ci sarà più tempo per gli esperimenti. Dal canto loro, gli inglesi hanno riscattato la sconfitta del 25 giugno ai calci di rigore. Ma non si parli di vendetta o rivincita: quelli erano gli Europei, questa era un'amichevole.

Italia - Inghilterra 4-2 ai calci di rigore: le foto della partita

Italia - Inghilterra 4-2 ai calci di rigore: le foto della partita
Italia - Inghilterra 4-2 ai calci di rigore: le foto della partita
Italia - Inghilterra 4-2 ai calci di rigore: le foto della partita
Italia - Inghilterra 4-2 ai calci di rigore: le foto della partita

Secondo tempo: Italia - Inghiltera 2-1

90': tre minuti di recupero.

89': l'Italia è incapace di reagire. Milner si invola sulla destra, supera Peluso, la mette dentro rasoterra, ma Defoe sbaglia la deviazione.

86': entra Schelotto, esce proprio Abate.

85': Abate fa partire un tiro da fuori area su iniziativa di Fabbrini e protesta per un fallo di mano in area di Lescott, decisamente involontario. Poi Fabbrini viene ammonito per gioco pericoloso.

80': subito dopo il gol inglese, Prandelli toglie Destro (che si è mosso bene ma non ha trovato il gol) e fa entrare Fabbrini.

79': 1-2 per l'Inghilterra, grandissimo gol di Defoe. Servito in contropiede, l'attaccante controlla, rientra, lascia abate sul posto e fa partire un destro incrociato forte e preciso dal limite dell'area. Sirigu si butta nella direzione giusta, ma è troppo lento e favorisce il gol dell'attaccante.

77': Verratti, scivolando, lascia partire un destro che l'estremo difensore inglese devia.

76': azzurri un po' scomparsi dal campo. Intanto entra Bertrand per il numero 3 Baines.

72': Sirigu salva il risultato. Cross teso in area, da sinistra. Peluso devia e rischia l'autorete, Sirigu smanaccia proprio sulla linea di porta, Lescott si avventa e devia ma il palo gli nega il gol.

68': fuori anche Lampard per Livermore: il capitano inglese esce fra gli applausi del pubblico.

68': fuori Aquilani (anche lui dopo un tiro molto velleitario), dentro Poli.

66': proprio Milner fa tremare gli azzurri, in percussione sulla destra. Mette in mezzo un cross teso e rasoterra, Astori interviene e la mette in angolo. Sugli sviluppi, Cahill insacca, ma l'arbitro aveva già fischiato per una trattenuta su Lescott.

61': per l'Inghilterra, altri due cambi. Fuori Young (dopo un tiraccio) e Jagielka, dentro Milner e Lescott.

57': cresce l'Italia. Diamanti, in formissima, libera bene Peluso, che pero scaraventa fuori da due passi. Esce El Shaarawy per Gabbiadini. Fuori anche Diamanti, stremato, per Verratti. Entrambi i nuovi ingressi sono esordienti in nazionale.

54': Mattia Destro è scatenato, riceve una palla in area da Diamanti, la controlla, si gira e calcia rasoterra. Ruddy gli nega la gioia del gol (chi è Mattia Destro?).

53': El Shaarawy si invola sulla destra, poi sbaglia completamente l'apertura per Diamanti, che si produce in uno scatto, sterza, lascia sul posto il difensore avversario che lo mette giù. Punizione, nulla di fatto.

52': il 4-3-1-2 degli azzurri non convince appieno, ma il ritmo è sceso molto e non ci sono azioni degne di nota da segnalare sul nostro taccuino. Buon movimento di Mattia Destro, fermato in fuorigioco.

46' del secondo tempo: Peluso entra al posto di Balzaretti nell'Italia, due cambi per Hodgson. Esce il portiere Butland, entra l'altro debuttante Ruddy, poi Defoe per Carroll. Si comincia col calcio d'inizio proprio dell'inghilterra.

Primo tempo: Italia-Inghilterra 1-1

Daniele De Rossi, in gol per l'Italia nell'amichevole contro l'Inghilterra

Dopo un buon inizio dell'Italia, le due squadre in sostanza si equivalgono, non solo nel punteggio ma anche nel gioco. Agli azzurri manca un po' di concretezza davanti: quasi invisibile El Sharaawy, che se vuole sperare in un posto fisso dovrà far vedere di più coi fatti, oltre che con le parole; in evidenza, invece, Mattia Destro che però non riesce a buttarla dentro. In difesa, pericolosissima amnesia in occasione del gol dell'1-1.

45': non c'è recupero, si va al riposo sul punteggo di 1-1.

41': punizione a giro di Lampard, lieve deviazione di De Rossi in barriera, Sirigu non vede nemmeno partire la palla, ma il gol è solamente un'illusione ottica.

40': Destro impegna Butland. Imbeccato da Diamanti, il giovane attaccante della Roma la butterebbe dentro, se il portiere inglese non uscisse a deviarla disperatamente.

32': Lampard da fuori area riceve da Cleverly, conclusione forte ma centrale, Sirigu la respinge senza troppi complimenti, Ogbonna la alza a campanile e con un po' di fortuna e di confusione, l'Italia si salva.

27': gol dell'Inghilterra. Jagielka pareggia, 1-1. Anche in questo caso un corner, difesa azzurra ferma e il centrale inglese, che Balzaretti si è lasciato scappare, si tuffa e la butta dentro di testa da tre metri. Prandelli, in panchina, non la prende affatto bene.

25': El Shaarawy tenta il numero, salta Walker ma si allunga troppo il pallone che finisce fuori.

23': Destro si invola, la palla è precisa, lui controlladi petto e poi sparacchia alto sulla sinistra.

20': dopo un tiro un po' troppo velleitario di Aquilani, ribattuto, gli inglesi si fanno sotto. Lampard lotta al limite dell'area, allarga a destra per Johnson che ribatte in porta dal limite dell'area. Sirigu è attento e para.

18': Nocerino crossa da sinistra, Destro anticipa tutti ancora una volta di testa (la difesa inglese è parecchio da registrare), ma non riesce a dare potenza al tiro e Butland para con facilità.

15': gol! Italia in vantaggio. Diamanti pennella un corner perfetto, De Rossi si inserisce al limite dell'aria piccola, anticipa tutti e gira il pallone di testa proprio sotto alla traversa. Imprendibile per l'estremo difensore inglese.

14': Diamanti, che si è appena preso una strigliata da Prandelli, batte una bella punizione. La deviazione della barriera impegna Butland, che devia in angolo.

13': Mattia Destro ha una buona palla in area ma pasticcia.

12': Lampard batte una punizione, direttamente sul portiere.

5': Nocerino dà una bella palla ad Abate sulla destra. Cross da dimenticare.

1': Mattia Destro si invola sulla fascia, riceve da De Rossi, lascia partire un tiro-cross e conquista un corner. Sugli sviluppi, Ogbonna la mette a lato.

Italia-Inghilterra, le formazioni

20.57: fra pochi minuti si comincia. Gli azzurri partono con un 11 che fa registrare un'età media di 25 anni. Ecco la formazione:

Sirigu in porta.
Difensori: Ogbonna, Abate, Balzaretti, Astori.
Centrocampisti: Aquilani, Diamanti, De Rossi, Nocerino.
Attaccanti: El Shaarawy, Destro

L'Inghilterra, invece, schiera

In porta: Butland
Difensori: Walker, Cahill, Jagielka, Baines
Centrocampisti: Lampard, Johnson, Carrick, Cleverley
Attaccanti: Young, Carrol

Italia-Inghilterra: ecco gli allenamenti. Marco Verratti, Cesare Prandelli e Stephan El Sharawy

14 agosto 2012: Sirigu; Abate, Ogbonna, Astori, Balzaretti; Aquilani, De Rossi, Nocerino; Diamanti, Destro, El Shaarawy . Questa la formazione probabile degli azzurri al fischio d'inizio dell'amichevole di domani sera, 15 agosto, contro l'Inghilterra: lecito, comunque, aspettarsi parecchi cambi.

Quello di Cesare Prandelli è evidentemente un esperimento (che vede in campo solamente due undicesimi della nazionale che ha perso contro la Spagna nella finale degli Europei 2012, Abate e De Rossi). Certo, ci sono delle assenze forzate (tutti i giocatori della Juventus reduci dalla Supercoppa italiana 2012 e gli infortunati, come Mario Balotelli), ma c'è anche la necessità di fare dei test. E' questo lo spirito con cui il ct azzurro affronta la rinnovata sfida con gli inglesi a Berna.

Di tutt'altro avviso l'allenatore dei nostri avversari, Roy Hodgson, che in conferenza stampa, oggi, ha parlato di voglia di vincere e dell'importanza dell'incontro in vista dei Mondiali in Brasile nel 2014. Forse è un po' eccessivo, per un incontro amichevole a Ferragosto.

Ma è comprensibile, da parte di Hodgson, il cercare di alzare i toni e di proporre all'opinione pubblica pallonara britannica la partita di domani come una sorta di rivincita dell'Europeo (l'Italia eliminò l'Inghilterra ai rigori).

Così come è comprensibile che Prandelli voglia, invece – più saggiamente – buttarsi sulla sperimentazione e puntare tutto sulla voglia di far bene dei giovanissimi che scenderanno in campo (nell'immagine TM News, il ct con Marco Verratti e Stephan El Sharawy).

Italia-Inghilterra: i convocati di Prandelli

Prandelli Italia - Spagna

Mercoledì prossimo a Berna andrà in scena la prima amichevole dell'Italia dopo la deludente finale di Kiev agli scorsi Europei (4-0 dalla Spagna): col solito Cesare Prandelli alla guida degli azzurri, avversari di turno l'Inghilterra di Roy Hodgson che già abbiamo incontrato, e battuto, meno di due mesi fa.

Ovviamente il tecnico di Orzinuovi non ha tenuto in considerazioni i giocatori di Juventus e Napoli, impegnati domani nella finale di Supercoppa Italiana a Pechino, e ha tenuto fuori anche giocatori del calibro di Cassano, Thiago Motta e Di Natale (da notare che comunque non ci sono tesserati delle squadre che stanno preparando i play-off di Champions League e Europa League, quindi di Lazio, Inter e Udinese).

Ebbene, Prandelli ha voluto mischiare le carte come da prassi nella prima partita dopo una grande manifestazione (lui stesso varò un'Italia super sperimentale due anni fa contro la Costa d'Avorio quando convocò, tra gli altri, meteore azzurre come Molinaro e Amauri); saranno ben sette i giocatori che vestiranno la maglia della Nazionale per la prima volta: i milanisti Mattia De Sciglio e Francesco Acerbi, i portieri di Pescara e Atalanta Mattia Perin e Andrea Consigli, l'atalantino Federico Peluso, Andrea Poli, il faraone Stephan El Shaarawy e il promesso sposo del Bologna Manolo Gabbiadini.

A questi vanno aggiunti Mattia Destro, Marco Verratti e Ezequiel Schelotto, convocati dal commissario tecnico prima degli Europei ma esclusi dalla lista finale e di fatto mai debuttanti. In più è da segnalare il ritorno di Daniele Gastaldello. L'Italia si radunerà lunedì prossimo a Coverciano intorno a mezzogiorno, quindi alle 17 primo allenamento; il giorno dopo partenza per la Svizzera, allenamento serale e conferenza stampa. A Ferragosto la partita. Ricordiamo che il prossimo impegno ufficiale degli azzurri, le qualificazioni per i Mondiali di Brasile 2014, è fissato per il 7 settembre.

Di seguito la lista completa dei convocati di Cesare Prandelli per l'amichevole che l'Italia giocherà contro l'Inghilterra il 15 agosto prossimo:

Portieri
Andrea Consigli (Atalanta), Mattia Perin (Pescara), Salvatore Sirigu (Paris Saint Germain).

Difensori
Ignazio Abate (Milan), Francesco Acerbi (Milan), Davide Astori (Cagliari), Federico Balzaretti (Roma), Mattia De Sciglio (Milan), Daniele Gastaldello (Sampdoria), Angelo Obinze Ogbonna (Torino), Federico Peluso (Atalanta).

Centrocampisti
Alberto Aquilani (Fiorentina), Daniele De Rossi (Roma), Alessandro Diamanti (Bologna), Antonio Nocerino (Milan), Andrea Poli (Sampdoria), Ezequiel Schelotto (Atalanta), Marco Verratti (Paris Saint Germain).

Attaccanti
Mario Barwuha Balotelli (Manchester City), Mattia Destro (Roma), Stephan El Sharawy (Milan), Manolo Gabbiadini (Atalanta).

Foto | © TMNews

  • shares
  • Mail