Fiorentina – Juventus 1-1: Mutu riprende i bianconeri

L’attesa era tanta a Firenze perché di solito quando scende la Vecchia Signora lo stadio si riempe e la città si accende di passione; in parte le aspettative dei tifosi fiorentini non sono state deluse. Partita non bellissima ma comunque molto intensa dove gli stanchi ma mai domi ragazzi di Cesare Prandelli hanno dovuto farsi



L’attesa era tanta a Firenze perché di solito quando scende la Vecchia Signora lo stadio si riempe e la città si accende di passione; in parte le aspettative dei tifosi fiorentini non sono state deluse. Partita non bellissima ma comunque molto intensa dove gli stanchi ma mai domi ragazzi di Cesare Prandelli hanno dovuto farsi in 4 per riagganciare la Juventus, passata in vantaggio nella prima parte della partita grazie a un gol di Iaquinta (clicca qui per vedere la Gallery della partita).

La formazione viola non presenta novità, con capitan Dainelli che recupera e si mette al centro della difesa con Gamberini. Dietro di loro Frey, ai loro lati Balzaretti e Ujfalusi; linea di centrocampo con Donadel, Kuzmanovic e Montolivo, tridente offensivo formato da Mutu, Pazzini e Semioli. Fa notizia invece la scelta di Claudio Ranieri di lasciare in panchina Del Piero, optando per un 4-4-2 con Iaquinta in attacco insieme a Trezeguet, centrocampo con Nedved e Salihamidzic sulle fasce, Nocerino e Almiron al centro e difesa confermata in blocco con Buffon in porta, Legrottaglie e Chiellini al centro, Grygera e Molinaro sulle fasce.

I ritmi non sono altissimi, con la Juve che fa un gran lavoro di pressing in mezzo al campo e la Fiorentina che si affida a sparuti guizzi di Semioli e Mutu. Proprio il rumeno spaventa Buffon per ben due volte: nella prima lascia partire un ottimo tiro da 30 metri che va di poco alto sulla traversa, nella seconda colpisce di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo non inquadrando la porta. Proprio mentre il ritmo pare crescere la Juve passa in vantaggio: pallone verso l’area fiorentina, colpo di testa a liberare di Gamberini che però mette inavvertitamente la palla sui piedi di Iaquinta che fulmina Frey con un preciso tiro nell’angolino (nell’azione Trezeguet si trovava in fuorigioco ma Rizzoli non ha reputato influente la posizione del francese). I padroni di casa subiscono il colpo e non riescono ad alzare il ritmo: Montolivo sveglia i suoi con un bel tiro da fuori deviato da Almiron con Buffon autore di una prodezza. Prima del riposo è però la Juve a rischiare il raddoppio con un tiro di Nedved parato abilmente da Frey.

Nella ripresa Vieri prende il posto di Kuzmanovic. Il leit motiv della seconda frazione è uno e uno soltanto: Fiorentina che attacca ma che si scontra contro il muro difensivo bianconero, Juventus che agisce in contropiede. E proprio durante due pericolose ripartenze gli ospiti rischiano di chiudere il match: Frey è attentissimo su Trezeguet e su Salihamidizic. La Fiorentina allora prende coraggio e stranamente cresce di tono (nonostante i 120 minuti nelle gambe di giovedì scorso), complice anche la progressiva “scomparsa” di Nocerino e Almiron, molto stanchi. Ranieri inserisce Palladino e Del Piero per tentare un prezioso possesso di palla ma non entrano in partita e la sensazione è che la muraglia bianconera sia vicina alla resa: Legrottaglie, autore di una buona prestazione, colpisce con un braccio su un colpo di testa di Vieri. Per Rizzoli è rigore e Adrian Mutu segna nonostante Buffon avesse intuito. Non accade più nulla se non una mini rissa tra Vieri e Chiellini sedata con un giallo a testa.

Finisce 1-1, la Juventus rimane seconda insieme alla Roma a 3 punti dall’Inter capolista. La Fiorentina mantiene il quarto posto a quota 13. Fra 15 giorni i bianconeri ospiteranno il Genoa, sorprendentemente quinto, i viola giocheranno ancora in casa, contro i cugini del Siena.

RETI: 23′ p.t. Iaquinta, 43′ s.t. Mutu (rig)

FIORENTINA: Frey 6,5; Ujfalusi 6, Gamberini 5,5, Dainelli 6,5, Balzaretti 5,5; Kuzmanovic 5,5 (1′ s.t. Vieri 5), Donadel 6,5, Montolivo 6; Semioli 6 (22′ s.t. Vanden Borre 6), Pazzini 5 (22′ s.t. Gobbi 6,5), Mutu 7.
A disposizione: Lupatelli, Pazienza, Pasqual, Liverani.
Allenatore: Prandelli

JUVENTUS: Buffon 6,5; Grygera 6, Legrottaglie 6, Chiellini 6, Molinaro 6; Salihamidzic 5,5, Nocerino 6,5, Almiron 6,5, Nedved 6,5 (26′ s.t. Palladino 5,5); Iaquinta 7 (32′ s.t. Del Piero 5), Trezeguet 5,5.
A disposizione: Belardi, Birindelli, Zebina, Criscito, Tiago.
Allenatore: Ranieri

AMMONITI: 18′ p.t. Nocerino, 43′ p.t. Kuzmanovic, 37′ s.t. Legrottaglie, 48′ s.t. Chiellini, 48′ s.t. Vieri

ARBITRO: Rizzoli di Bologna

ASSISTENTI: Strocchia e Rossomando



Le immagini più belle di Fiorentina-Juventus 1-1



















Fonti | virgilio.it & juventus.com

I Video di Calcioblog