Camolese per il Livorno

Il presidente del club toscano Aldo Spinelli ha deciso: sarà Giancarlo Camolese il nuovo allenatore del Livorno, prima panchina della serie A a saltare quest’anno, dopo l’esonero di Orsi, protagonista di un disastroso avvio di campionato, con soli due punti conquistati in sette partite e nessuna vittoria all’attivo. L’ufficialità dell’ingaggio dell’ex tecnico granata è giunta

Il presidente del club toscano Aldo Spinelli ha deciso: sarà Giancarlo Camolese il nuovo allenatore del Livorno, prima panchina della serie A a saltare quest’anno, dopo l’esonero di Orsi, protagonista di un disastroso avvio di campionato, con soli due punti conquistati in sette partite e nessuna vittoria all’attivo. L’ufficialità dell’ingaggio dell’ex tecnico granata è giunta stamane e il nuovo allenatore verra presentato alla stampa in giornata, al Centro Coni di Tirrenia. Definiti anche gli ultimi dettagli: per l’allenatore torinese un contratto fino a giugno 2009, ma conoscendo il vulcanico presidente dei labronici, non si escludono ulteriori colpi di scena.
Camolese ha battuto la concorrenza di De Canio, Guidolin e Somma, conquistando (per ora) la fiducia del presidente del club toscano che ha dichiarato alla Gazzetta Dello Sport:

“La decisione di affidarci a Camolese è legata ad una serie di fattori. Camolese è un giovane mister, con tante ambizioni, ha un cuore Toro, che diventerà un cuore amaranto. Ha parlato molto chiaro con i nostri dirigenti sul modo di preparare un gruppo, sulle sue idee sul gioco e sulla valorizzazione dei giovani. Abbiamo avuto riscontri positivi da parte di tanti giocatori. […] Il nostro nuovo tecnico ha un carattere sanguigno che ci voleva proprio in questo momento difficile della nostra squadra. Il nuovo allenatore ha firmato un contratto fino al 2009. Parlerà ben presto con i giocatori, per poi decidere se portarli in ritiro per avere con loro un più approfondito scambio di opinioni. […] Credo di avere effettuato la scelta più giusta per avere un tecnico moderno, che mette in gioco la sua carriera e che vuole ripetere quanto di positivo ha fatto a Reggio Calabria, in una piazza molto calda, e a Torino. Abbiamo un gruppo che lo seguirà e che lui stesso cercherà di plasmare.”


aggiungendo poi:

“Per ora non sono previsti interventi sul mercato degli svincolati. Ne riparleremo a gennaio. Toccherà a Camolese darci le indicazioni che saranno necessarie per effettuare degli innesti”.

infine su Orsi:

“L’ho difeso fintanto che ho potuto. Mi dispiace aver preso il provvedimento di esonerarlo, ma il calcio è impietoso. Ora dobbiamo guardare avanti con fiducia. Ribadisco il mio concetto: questo è il mio più forte Livorno da quando è salito in A.”

Vedremo se i tifosi amaranto saranno d’accordo e soprattutto se i risultati gli daranno ragione.