Cammarelle: “Napoletani, il furto l’ho subito io, non voi”

Il pugile azzurro commenta anche il calcioscommesse: «Conte? Il verdetto contro di lui è stato ingiusto».

di antonio

Il Corriere dello Sport in versione web ha riportato le parole del pugile milanese Roberto Cammarelle il giorno dopo il contestatissimo match della finale olimpica in cui si è dovuto inchinare al suo avversario e alla giuria. Il britannico Anthony Joshua ha vinto l’oro tra le proteste italiane e a nulla è valso il ricorso ufficiale dell’Italia. Un verdetto discutibile che ha generato una marea di commenti indignati da parte dei tifosi italiani. Molti hanno paragonato la sconfitta di Cammarelle a quella subita dal Napoli in Supercoppa, contro la Juventus.

Il pugile italiano ha voluto rimarcare le due diverse vicende e non si è sottratto ad un commento sulla condanna della Giustizia Sportiva ad Antonio Conte: “Due verdetti ingiusti. Conte andava assolto – aggiunge il pugile -, e ai tifosi del Napoli dico una cosa: non ho visto la partita di Pechino con la Juve, ma me l’hanno raccontata e sono convinto che il furto l’ho subito io a Londra, e non loro in Cina”.

I Video di Calcioblog