Ebola | L'Egitto ritira la sua candidatura per ospitare la Coppa d'Africa

Dopo il Marocco anche l'Egitto si rifiuta di ospitare la Coppa d'Africa

L'epidemia di Ebola in Africa occidentale rischia di mettere a repentaglio anche lo svolgimento della Coppa d'Africa nel 2015. Davanti ad una tale emergenza il calcio potrebbe farsi da parte. Il torneo continentale per nazioni è in programma dal 17 gennaio all'8 febbraio 2015 e il Marocco era stato designato come paese ospitante, ma ha deciso di rinunciare per precauzione in seguito all'espandersi dell'epidemia. Il governo marocchino si era rifiutato di ottemperare all'impegno, chiedendo alla CAF (Confederazione del Calcio Africano) di rinviare o annullare il torneo proprio in considerazione del propagarsi della mortale epidemia.

In Marocco è previsto anche il Mondiale per Club a dicembre, ma la Fifa e l'Organizzazione Mondiale della Sanità si riuniranno in un vertice il 2 novembre per stabilire se disputare o meno il torneo pre natalizio paese nordafricano. Nel frattempo l'Egitto ha ritirato la propria disponibilità ad ospitare la fase finale della Coppa d'Africa, che doveva inizialmente tenersi in Marocco.

Restano altri due paesi in corsa: il Ghana e il Sudafrica. Quest'ultima nazione è una delle più avanzate in Africa e sembra la naturale favorita per ospitare il torneo, in quanto già dotata di strutture adeguate dopo aver organizzato il Campionato del Mondo nel 2010. Insieme con l'Egitto, entrambe avevano avanzato la propria candidatura ad ospitare la Coppa d'Africa dopo la rinuncia del Marocco. Il problema non sembra di facile soluzione perché in questo periodo l'Africa è alle prese con la peggiore epidemia del virus Ebola da quando è stato scoperto il virus, nel 1976.

Liberia Races To Expand Ebola Treatment Facilities, As U.S. Troops Arrive

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail