Champions League: c’è Roma-Sporting Lisbona

Dando per scontata, anche se scontata non è, la leadership del Manchester United, il Girone F della Champions League si infiamma per la lotta al secondo posto, che vale la qualificazione. In quest’ottica, la doppia sfida tra Roma e Sporting Lisbona assume un’importanza estrema. Si comincia con la sfida di questa sera all’Olimpico, con i

di



Dando per scontata, anche se scontata non è, la leadership del Manchester United, il Girone F della Champions League si infiamma per la lotta al secondo posto, che vale la qualificazione. In quest’ottica, la doppia sfida tra Roma e Sporting Lisbona assume un’importanza estrema. Si comincia con la sfida di questa sera all’Olimpico, con i giallorossi reduci dall’onorevole ko di Manchester e i portoghesi dalla vittoriosa trasferta di Kiev. Le due formazioni sono appaiate a tre punti dietro agli inglesi a punteggio pieno e davanti dalla Dinamo, ancora al palo.

La Roma è più forte. E su questo non ci sono discussione. E’ anche vero però che sta vivendo un momento di confusione. Dopo un avvio di stagione folgorante, la squadra di Luciano Spalletti ha cominciato a perdere colpi, anche sul piano del gioco, evidenziando una fragilità difensiva preoccupante: basti pensare che nelle ultime tre apparizioni casalinghe, il numero 1 capitolino ha dovuto raccogliere per ben dieci volte la palla in fondo al sacco. Fragilità che hafatto scivolare Totti & Co. al quarto posto in classifica a cinque punti dall’Inter e dietro persino a Juventus e Fiorentina.

“La Roma va avanti per la sua strada” è in sintesi lo Spalletti-pensiero, apparentemente incurante delle ultime enigmatiche prestazioni dei suoi. E’ una squadra votata all’attacco, pur se gioca senza punte. Pertanto anche questa sera non cambierà volto.

I portoghesi, sono secondi nel campionato portoghese, ma accusano un ritardo di ben 7 punti dal capolista Porto, a punteggio pieno dopo sette giornate di campionato.
Anche lo Sporting è, sulla carta, una formazione con spiccate caratteristiche offensive e questo sembrerebbe essere confermato dalle dichiarazioni bellicose del Mister Paulo Bento: “Il nostro primo obiettivo è quello di vincere a Roma, il secondo è quello di non far conquistare i tre punti alla Roma.” Nonostante l’apparenza però, l’ambiente biancoverde non disdegnerebbe un eventuale pareggio, specie in vista del ritorno in casa.

In casa Roma rientreranno Juan e Doni, mentre dovrebbe essere lasciato a riposo Perrotta. Nello Sporting mancherà il portiere titolare Stojkovic, punito con la mancata convocazione per essere tornato in ritardo dopo l’impegno con la nazionale Serba: al suo posto, il secondo, Tiago.

LE PROBABILI FORMAZIONI

Roma (4-2-3-1): Doni; Panucci, Juan, Mexés, Tonetto; De Rossi, Pizarro; Cassetti, Giuly, Mancini; Totti. All. Spalletti.

Sporting Lisbona
(4-4-2): Tiago; Abel, Tonel, Polga, Ronny; Veloso, Moutinho, Vukcevic, Romagnoli; Leidson, Djalò. All. Bento.

I Video di Calcioblog

Ultime notizie su Champions League

Tutto su Champions League →