Bologna, Ramirez al Southampton, anzi no: l'ira di Guaraldi

Sembrava tutto fatto per il passaggio di Gaston Ramirez al Southampton: squadra ambiziosa e con una certa disponibilità economica, il fascino della Premier League, un ragazzo classe '90 dal talento potenzialmente immenso, gli ingredienti c'erano tutti per convolare a nozze. Ma tra agenti, sterline e voli prenotati s'erano fatti i conti senza l'oste: il Bologna non ci sta, i 15 milioni di euro per il 70% del cartellino del giocatore non soddisfano i felsinei (ricordiamo che il rimanente 30% è in mano del Penarol) e oggi è sbottato il presidente Albano Guaraldi. Ma ricapitoliamo la situazione fin dall'inizio attraverso cifre e parole dei protagonisti.

I Saints puntano l'uruguaiano e gli offrono 2,5 milioni netti di sterline all'anno (esclusi bonus) più 500mila sterline al momenti della firma, parlano con l'agente Oscar Betancourt che è d'accordo su tutto, il fantasista accetta e dichiara:

"Mi hanno cercato in maniera più intensa rispetto agli altri, questo mi ha colpito: c'è stato l'accordo con il mio agente, sono pronto a volare in Inghilterra per le visite. A Bologna ho passato due anni splendidi, sono felice di aver vissuto questa esperienza ed io qui ho dato il meglio. Mi sarebbe piaciuto restare in Italia, ma questo è il calcio. La situazione di oggi dice che in Italia non ci sono soldi, era inevitabile cambiare aria per il sottoscritto. La scelta del Southampton? Ogni calciatore aspira al top, ma mi hanno promesso un ruolo primario nel club e per me è importantissimo".

Al Bologna i suddetti 15 milioni di euro pagabili in tre anni, una formula che non piace ai vertici rossoblu da giorni fermi e irremovibili sui 20 milioni di euro (chiedere all'Inter che ne sa qualcosa), cash e da subito. Ed infatti il presidente del club Guaraldi oggi tuona:

"Gaston Ramirez è un calciatore del Bologna, deciderà la società cosa fare e non il calciatore. Quello di Gaston è un comportamento scorretto, non mi forzerà certo la mano con due interviste... Io sono una persona seria e ho già detto che a 20 milioni lo vendo. Ma prima si tratta tra società e poi con l'agente, non si fa al contrario. E l'ho anche detto a Bentancur, ora valuterò cosa fare. Multa al giocatore? Vedremo...".

L'allenatore del Bologna Stefano Pioli fa il punto della situazione:

"Ho parlato con Ramirez e in questo momento è confuso. Gli sono state riportate offerte che confonderebbero chiunque. E' chiaro che si tratta di una situazione delicata che prima si risolverà, meglio sarà. Gli ho detto che lo allenerei molto volentieri anche quest'anno. E che questa è la situazione migliore per noi e per lui per crescere. Io faccio l'allenatore, la scelta la faranno il giocatore e la società".

La sensazione è che il tackle in scivolata di Guaraldi serva a scucire al Sounthampton tutti i soldi che richiede il Bologna. Ancora qualche milione di euro e Ramirez può partire. A patto, come detto, che tutto il denaro venga versato tutto. Non è facile, ma è fattibile. Per buona pace del calcio italiano che perde un altro ottimo giocatore.

Foto | © TMNews

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: