Roma: nuovo sponsor Etihad o i cinesi

La Roma è una delle 11 società di Serie A attualmente fuori dai parametri del Fair Play Finanziario: una situazione che in primavera potrebbe costare una pesante sanzione da parte dell’UEFA (multa e numero di giocatori limitati in coppa), ma James Pallotta è sempre al lavoro per potenziare sia la squadra che l’assetto societario. I passi avanti compiuti nelle ultime due stagioni sono notevoli, ma il prezzo da pagare è salatissimo: affinché la situazione sia sostenibile, dunque, il club capitolino deve assolutamente passare il turno in Champions League e trovare al più presto uno sponsor da apporre sulle maglie.

Non che di proposte Pallotta non ne abbia ricevute, poiché pare che nel recente passato un’importante compagnia aerea fosse interessata ad associare il proprio marchio alla Roma: l’offerta, però, di 7 milioni di euro, non è stata ritenuta congrua al brand. I giallorossi vorrebbero incassare cifre vicine a quelle attualmente ascritte a bilancio da Juventus (17 milioni più bonus l’anno da Jeep) e Milan (quasi 100 milioni nei prossimi 5 anni da Fly Emirates). Per poter pretendere queste cifre, ovviamente, devono esserci vittorie ed esposizione del marchio a livello internazionale.

FBL-ITA-AS ROMA-STADIUM

Secondo quanto scrive oggi il ‘Corriere dello Sport’, nonostante la situazione societaria sia difficile, nei prossimi esercizi le cose dovrebbero migliorare: a giugno 2015, prevede il quotidiano sportivo della capitale, i ricavi ammonteranno a circa 180-190 milioni, contro i 120 dalle annate precedenti. Circa 10 milioni si conta di ottenerli con il passaggio del turno in Champions League (c’è da giocare l’ultima sfida decisiva nel girone eliminatorio contro il Manchester City in casa) e poi si spera arrivi al più presto uno sponsor che acquisti prima lo spazio sulle maglie e poi eventualmente anche il nome del nuovo stadio. Il Corriere fa i nomi di compagnie importanti come Etihad, in vantaggio su tutti, ma non è da escludere un accordo con il colosso cinese dell’elettronica, Huawei , o i concorrenti di Lenovo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail