Gerrard: "Troppi stranieri nella Premier"

Il capitano del Liverpool, Steven Gerrard, come riporta oggi la Gazzetta dello Sport, ha dichiarato di essere d'accordo con quanti chiedono l'introduzione di un tetto massimo di giocatori stranieri per le squadre della Premier League. Il centrocampista dei Reds è convinto infatti che il declino della Nazionale di Sua Maestà, apparso evidente negli ultimi tempi, sia legato al fatto che siano ormai troppi i manager del suo campionato, che richiedono ai proprietari l'acquisto di "grandi nomi" stranieri invece di puntare sulle giovani promesse locali. Gerrard a questo proposito commenta:

"Credo che se andremo avanti in questo modo, per la nostra Nazionale sarà sempre peggioperché la presenza degli stranieri blocca l'apporto dei giovani calciatori e questo è un grosso pericolo che corriamo. Io appoggio incondizionatamente l'accademia del Liverpool e sono favorevole a ogni giovane che esce da lì e arriva in prima squadra"

aggiungendo che:

"Posso capire la decisione dell’allenatore, ma i giovani possono trasformarsi in campioni solo se viene data loro la possibilità di farlo. Pensate a me: io non sarei qui se ai tempi Gerard Houllier non mi avesse dato una chance"



Il quotidiano Times ha stilato a questo proposito una tabella in cui si calcola il numero di giocatori britannici in campo nelle partite di questo campionato, che in effetti sono mediamente sotto ai 10, sommando entrambe le squadre. I casi più eclatanti i match Liverpool-Fulham e Reading-Arsenal in cui erano soltanto 4 i giocatori natii della terra d'Albione ad essere scesi in campo.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: