Egitto: incidenti prima di una partita, 22 morti [Video]

Tragedia in Egitto prima del match tra Zamalek e Enppi disputato al Cairo: il bilancio iniziale era di 14 morti, ma secondo quanto riferiscono i media locali nelle ultime ore, i decessi sarebbero diventati almeno 22. La partita si è disputata comunque regolarmente e si è conclusa con un pareggio: 1-1 il risultato finale. Quel che conta, purtroppo, è che al di fuori del rettangolo di gioco, ci siano stati violenti scontri tra i tifosi della squadra di casa e la polizia, che hanno avuto come esito 22 morti e diversi feriti.

Ancora una volta, dunque, l’Egitto è teatro di violenze di piazza, anche se in questo caso specifico strettamente legate ad un evento sportivo, una partita di calcio. Secondo quanto riferiscono fonti locali, la tensione tra tifosi e forze dell’ordine, già alta, sarebbe salita alle stelle quando la polizia ha impedito ad alcuni tifosi di entrare allo stadio privi di biglietto. Alcuni supporters hanno perso subito le staffe e a quel punto le autorità li avrebbero sostanzialmente costretti a rintanarsi in una “gabbia” all’indirizzo della quale i poliziotti avrebbero sparato anche dei lacrimogeni.

EGYPT-FBL-POLITICS-UNREST

Gli animi si sono ulteriormente esasperati e alcuni tifosi avrebbero tentato di fuggire dalla “gabbia” provocando una violenta reazione delle forze dell’ordine. Il governo egiziano ha confermato la tragedia, anche se rimane l’incertezza sul numero dei tifosi morti: inizialmente si è parlato di 14 decessi, diventati ben presto 22 secondo alcune fonti Web. Non è la prima volta, comunque, che una partita di calcio egiziano diventa teatro di scontri e violenze: nel 2011 morirono addirittura 74 persone e le autorità furono costrette allo stop del campionato per diverso tempo. Non è escluso che siano presi provvedimenti di questo tenore anche in seguito agli incidenti di oggi al Cairo, mentre si attendono cifre più certe in merito ai decessi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail