Ranieri: tre punti contro il Palermo

Stamattina Claudio Ranieri, allenatore della Juventus, ha tenuto l'abituale conferenza stampa che precede la partita di campionato.
Sono tanti gli argomenti che il tecnico romano ha affrontato con i giornalisti presenti, il primo e più attuale ovviamente riguarda il Palermo, prossimo avversario di campionato.
Il tecnico ha ovviamente espresso parole molto lusinghiere per i rosanero, non tralasciando lo splendido momento che stanno vivendo gli uomini di Colantuono, reduci da una serie positiva che dura da sei incontri.

La sua Juve invece deve ritrovare la vittoria visto che ha pareggiato le due ultime gare e Ranieri pensa che l'appuntamento con i tre punti non possa essere ulteriormente rimandato.
Si è parlato anche del campionato, delle ambizioni dei bianconeri, le risposte dell'allenatore sono state ponderate ma non prive di un po' di ambizione:


"Ci sono squadre come l'Udinese e l'Atalanta che stanno facendo bene e occupano i piani alti della classifica, questo perché i valori del campionato sono livellati ed è bello così. Sarà una bella stagione finché riusciremo a tenere il passo dell'Inter, noi preferiamo sempre guardare a chi ci sta davanti piuttosto che preoccuparci delle squadre che sono alle nostre spalle."



Per riuscire a stare dietro ai nerazzurri però c'è bisogno di un'ottima prestazione anche domani sera e proprio a tal proposito Ranieri ha parlato della squadra che pensa di schierare.
Soltanto la difesa non gli lascia molte scelte, nel reparto arretrato gli uomini sono infatti contati. Parole positive sono state spese per il giovane Criscito reduce dagli incontri della nazionale Under 21 e tornato a Torino con molto entusiasmo, probabilmente domani potrebbe scendere in campo.
Stessi elogi anche per Tiago, sul quale la società torinese sembra abbia ricominciato a puntare, il centrocampista portoghese in futuro potrà avere più chance.
Ranieri si è detto contento anche degli italiani; Iaquinta, Palladino e Camoranesi a suo giudizio hanno disputato buone partite. Contento si è detto anche del fatto che l'italoargentino non abbia giocato in tutti e due gli incontri visto che è ritornato da poco dall'infortunio.

Dopo aver ringraziato Donadoni è il caso di tornare anche a parlare di Domenech:

"Dicono tutti che dovrei regalargli dei fiori per non aver convocato Trezeguet; ma credo che sceglierei i cactus."

Colantuono dice di non temere la Juve, Ranieri che vuole fortissimamente quei punti. Vedremo chi la spunterà.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: